Cremonese-Livorno

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Sconfitte in serie

Terza consecutiva per un Livorno inguardabile nel primo tempo e poco cattivo nella ripresa.

Il dominio della Cremonese nella prima metà di gara ha mostrato un Livorno imbarazzante, incapace di sviluppare il gioco né di contenere gli avversari.

Nel secondo tempo, invece, le cose sono andate diversamente e i nostri hanno sfiorato in varie occasioni il gol del pari (dopo l’1-0 segnato da Brighenti al 31’).

Zima sostituisce bene lo squalificato Mazzoni: salva i Labronici ed è innocente sul gol subito.

La difesa non mostra clamorose lacune, rispetto alle gare precedenti ma, i suoi componenti, non sfruttano le occasioni in attacco per pareggiare.

I problemi sono, come al solito, a centrocampo e le sostituzioni vengono tutte effettuate in quel reparto da mister Breda (a cui sicuramente non si possono attribuire le colpe per una sconfitta arrivata a pochi giorni dall’incarico); Fazzi, inoltre, si divora il gol dell’1-1 su un corner al bacio di Diamanti.

Quest’ultimo ha disputato una buona partita, al servizio dei compagni e cercando anche la gioia personale, negatagli da un grande intervento di Ravaglia.

Murilo, sprecone, non ha sfruttato un’ottima occasione in avvio di gara calciando altissimo e facendosi recuperare su un’azione in contropiede dalla difesa lombarda.

L’ingresso in campo di Raicevic (al posto di Agazzi) ha cambiato ben poco ed oltretutto il montenegrino ha sciupato nel finale l’occasione per diventare l’eroe di giornata del Livorno.

Il cambio in panchina speriamo porti ad un necessario e tanto atteso cambio di mentalità, in particolare a centrocampo dove vengono interpretate male tante situazioni, sia in attacco che in difesa.

Pietro Grassi
 

Photogallery


Risultati e classifica