Home

La pagella di Livorno - Carrarese

E-mail Stampa PDF

Premessa - la pagella in una partita di questo tipo ha poco senso, perché la valutazione delle prestazioni dei singoli è giocoforza deformata dal grande risultato raggiunto. Quindi non ci saranno voti, ma un commento sulle doti caratteriali, più che tecniche.


Mazzoni: la interpreta subito bene, giocandola sotto terapia e litigando nel sottopassaggio con gli avversari. tanto per dire. PILASTRO.

Pedrelli: mantiene la presenza nella sua zona, cercando di spingere quando può. IN CRESCITA.

Gonnelli: l'ex Biasci lo impegna, ma non fa una piega. INSUPERABILE.

Leggi tutto...
 

La pagella di Arzachena - Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: il primo tempo scivola via tranquillo, poco lavoro da sbrigare. La rete lo vede tentare qualcosa ma c'è poco da fare, Bertoldi ha il vantaggio di poter gestire tutto senza opposizione, grazie alla dormita della difesa. Purtroppo esce all'inizio della ripresa piangendo dal dolore per un infortunio al piede, e i sanitari lo fanno anche cadere.  Speriamo bene. Voto 6.

Pulidori (dal 7° st): subisce la rete della Grande Paura, non riuscendo ad arrivare sul tiro angolato di Lisai. Tiene i nervi a posto e chiude bene. Voto 6.

Pedrelli: fa una partita un po' strana, spingendo con discreta convinzione ma ballando sovente in fase difensiva. Commette una leggerezza imperdonabile non liberandosi di una palla e favorendo la ripartenza dei sardi che pareggiano.  Da qui inizia la paura, e per qualche minuto il Livorno sembra sfilacciarsi. Per fortuna la rete di Luci rimette la barca in linea di galleggiamento.  Voto 5.5

Morelli (dal 33° st): sta in zona, cercando di conservare un risultato fondamentale. Voto 6.

Leggi tutto...
 

La pagella di Livorno - Pisa

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: un derby da riserva non lo voleva e poteva vivere. Il suo posto era in campo, e lo ha dimostrato con una partita concentrata e non ipertesa, sempre sul pezzo e facendo capire agli avversari che non ce n'era per nessuno. Regge anche alla provocazione di Masucci che gli va addosso provocandogli un occhio nero. Sbriga il poco lavoro commissionatogli dagli avanti nerazzurri spazzolando due o tre palloni dalla porta. e principalmente dà sicurezza e consapevolezza ai compagni. Voto 7

Pedrelli: piano piano riprende la forma di inizio campionato, sebbene nella partita di oggi abbia curato più la fase difensiva che la spinta. Voto 6.5

Perico: applicato e diligente, se la cava nel ruolo centrale senza cercare svolazzi. Voto 6

Gonnelli: Eusepi gli scappa soltanto una volta e ci va di lusso, perché il suo tuffo raso erba produce un colpo di testa che manda il pallone a sfiorare il palo destro di Mazzoni, impotente. Per il resto non si passa. Voto 6.5

Leggi tutto...
 

La pagella di Olbia - Livorno

E-mail Stampa PDF

Pulidori: titolare per disposizione aziendale, purtroppo subisce quattro reti. Era logico che Mazzoni scontasse la sua reazione di mercoledì, ma il buon senso avrebbe suggerito di non buttare nella mischia di una partita così vitale un ragazzo di vent'anni, seppur bravo. In alcune fasi mostra di sentire il peso, come in occasione dell'uscita a vuoto alla quale mette riparo Vantaggiato respingendo sulla linea. Il posizionamento sulle due reti da lontano non convince, anche se i tiratori hanno agito nella massima libertà grazie alla negligenza dei difensori.  Nulla da fare su quelle ravvicinate. Voto 5.

Pirrello: modesto, ma applicato. Balla un po' meno dei suoi compagni quando la poderosa cavalleria dell'Olbia suona la carica. Voto 5.5

Borghese: segna una rete importantissima, almeno sulla carta. Il secondo tempo allucinante di tutta la squadra (sebbene già visto quest'anno) incrementa anche il suo nervosismo e si fa cacciare per un gomito alto. Tra l'altro, anche nel primo tempo aveva esagerato un po', e  l'arbitro l'aveva graziato. Voto 4.

Leggi tutto...
 

La pagella di Arezzo - Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: in occasione della rete decisiva purtroppo non riesce ad alzarsi in tempo dopo la prima parata, tuttavia evita l'immeritata goleata aretina respingendo due staffilate di Cutolo e De Feudis. Pienamente sufficiente. Voto 6.

Perico: stavolta l'esperienza non basta. Partita grigia, senza sostanza. Dalla sua parte è via libera. Voto 4.5.

Pedrelli (dal 26° st): entra in inferiorità numerica, e la difesa passa a tre. Nulla da segnalare, se non l'anonimato. Voto 5.

Gonnelli: partita onesta, senza acuti ma apprezzabile, tenendo conto del rendimento globale della squadra. Non brilla per reattività in occasione del tap-in vincente di Cutolo. Voto 5.5

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 10

Photogallery