Home

Le pagelle di Cittadella-Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: altra prestazione positiva della saracinesca amaranto. L'intervento più difficile lo compie all'alba della partita intervenendo quasi da terra su un'incursione centrale di Busellato. Per il resto dispensa sicurezza sulle prese alte e nulla gli si può imputare sul fendente rasoterra di Rigoni che nel finale gela gli amaranto. Voto 6.5

Moscati: torna esterno di destra nella linea a 4 che costituisce uno dei "marchi di fabbrica" di Mr. Gautieri. E su quella fascia, dove peraltro agisce lo spauracchio Sgrigna, non fa brutta figura. Anzi! Quando duetta col Sili il Livorno produce sempre qualcosa e quando con la sua corsa riesce ad arrivare sulla linea di fondo, sono inevitabili grattacapi per la retroguardia granata. Voto 6.5

Ceccherini: il "bimbo" trova la sua seconda rete in amaranto e tanto basta a rendere più che positiva la sua prestazione. L'assenza del Puma fa sì che possa tornare a giocare in posizione più centrale e francamente, oltre alle doti realizzative, si fa valere anche in difesa dove coadiuva Moscati nel fronteggiare Sgrigna e col pariruolo Bernardini nell'arginare il nervoso Coralli. Voto 6.5

 

Leggi tutto...
 

Cittadella - Livorno 1 a 1. Frittata in salsa veneta

E-mail Stampa PDF

Dopo la scottante sconfitta di sabato con lo Spezia, la squadra labronica era chiamata la pronto riscatto, per alimentare la classifica di un campionato sempre piatto ed anche il morale in vista del prossimo turno con il Bologna.

Il Livorno scende in campo con un mini turn-over rappresentato da Lambrughi al posto di Giuseppe Gemiti e dal rientro a tempo pieno nell'undici titolare di Capitan Luci.

Nella prima fazione, tutto sommato piacevole, la squadra labronica produce abbastanza, alcune buone parate del portiere veneto, e anche una traversa di Aniello Cutolo. Le due squadre si affrontano a viso aperto e il Cittadella non si chiude, anzi è sempre propositivo. I primi 45' scorrono via sullo 0 a 0.

Si va al riposo.

Leggi tutto...
 

Cittadella-Livorno: ripartire dopo il passo falso

E-mail Stampa PDF

Fortuna che torniamo subito in campo per l'infrasettimanale, così che ci sia modo di riscattare la prima sconfitta interna, l'ennesima contro lo Spezia,  di questo campionato. Lasciando da parte la cabala che ci vede vincitori ogni qual volta gli aquilotti espugnano l'Armando Picchi c'è da dire che la partita di sabato è stata ben diversa dalle precedenti due sconfitte contro i bianconeri. Il primo tempo è stato abbastanza equilibrato, con gli spezzini che si sono impadroniti subito del centrocampo e con gli amaranto che, con le discese di Siligardi e Moscati, provavano ad impensierire l'avversario. Un avversario particolarmente chiuso che ha costretto gli amaranto a ricorrere a lanci lunghi, ragion per cui sarebbe stato utile inserire fin dall'inizio del secondo tempo una torre come Galabinov. Invece all'inizio del secondo tempo ci ha pensato Catellani a rompere gli equilibri andando in gol dopo pochi minuti; là di fatto la partita è finita perché lo Spezia si è chiuso ancora di più ed il Livorno non è più riuscito a costruire niente di pericoloso. Qualcuno potrebbe dire "non eravamo dei fenomeni dopo le tre vittorie consecutive, non siamo dei brocchi adesso"; ecco diciamo che non siamo dei brocchi, nemmeno dei fenomeni ma, senza presunzione alcuna, questa squadra ha ben poco da invidiare alle altre compagini della cadetteria, anzi, esclusa qualche squadra, non è eresia dire che, sulla carta, gli amaranto sono superiori a molte. Ecco, però, sulla carta e la carta purtroppo non gioca.

Leggi tutto...
   

La pagella di Livorno - Spezia

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: difficile da valutare la sua prestazione. Bell'intervento al 23° del primo tempo, quando tocca con la punta delle dita la palla rimessa in mezzo da De Col quel pelo che basta a toglierla dai piedi di un attaccante solissimo. Per il resto, nulla da fare sul preciso tiro di Catellani, e stop. Voto 6 di fiducia

Ceccherini: bravo a cercare le proiezioni offensive senza trascurare la fase difensiva. Esce per motivi tattici. Voto 6

Galabinov (dal 3° st): dopo aver subito la rete Gautieri le prova tutte. La prima è potenziare l'attacco con il bulgaro. Volenteroso e attivo , pecca in un'occasione di generosità rinunciando a scaricare in porta da cinque metri  per fare sponda verso Vantaggiato che però viene stoppato. Lotta con vigore, cercando lo spazio che non c'è. Voto 6

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 14

Chi è online

 41 visitatori online

Photogallery


Seguici su...

twitter facebook