Home

La pagella di Olbia - Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: fa anche troppo. Nel primo tempo respinge la punizione di Cossu, nella ripresa si supera ancora sulla staffilata al volo ancora dell'ex Cagliari (dando l'idea di essere piazzato bene anche sul bel tiro dello stesso Cossu finito sul palo). In pratica evita un punteggio scioccante. Voto 7

Toninelli: non c'è. A parte che esce per infortunio dopo venti minuti, e speriamo che non sia nulla di grave, ma sbaglia a chiudere e a spingere. Un pianto. Voto 5

Rossini(dal 20° pt): fa spostare Borghese sulla fascia e prende il posto del connazionale. Gioca una gara onesta, con un paio di diagonali notevoli. Voto 6

Borghese: chiude la sua zona, dalla quale i pericoli diminuiscono. Almeno questo. Voto 6

Murilo (dal 44° st): perché solo a un minuto dalla fine? Senza voto

Lambrughi: è il migliore dall'inizio del campionato (non questo, quello dell'anno scorso), e si conferma. Sopperisce alle carenze in costruzione facendo partire molte azioni, rincorre anche le ombre e non si stanca mai. Voto 7.5

Leggi tutto...
 

La pagella di Livorno - Lucchese

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: sta carburando. Anche oggi, come a Novara, fa un intervento salva-risultato respingendo di pugno una bordata da fuori: sarebbe stato un peccato grosso non raccogliere niente da questa partita nella quale non sono mancate occasioni per arrotondare il bottino. La serie C è questa, stringiamo i denti. Voto 6 più

Toninelli: ormai l'abbiamo capito, per farlo avanzare ci vogliono i carabinieri. Ma perché? Discreta fase difensiva, a parte il calo finale (generale). Voto 6 meno

Gonnelli: una sicurezza, fisica e tecnica. Voto 6.5

Rossini: si sta affiatando con Gonnelli, la condizione migliora. Voto 6 più

Leggi tutto...
 

La pagella di Livorno - Carrarese

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: torna decisivo per la squadra che ama. Alla fine della fiera le sue due parate su Cristini (la prima sulla botta da fuori nel primo tempo e la seconda a sbrogliare una situazione pessima successiva ad un pasticcio difensivo  nella ripresa) rendono sufficiente per vincere il colpo di tacco di Maritato. Bene così. Voto 7

Morelli: finché dura l'autonomia di Foglio ne soffre maledettamente le accelerazioni e l'esperienza, non riuscendo quasi mai a limitarne l'azione. Alla distanza si rasserena e chiude abbastanza bene. Voto 6 meno

Gonnelli: al momento appare il centrale più in condizione, sempre concentrato e rapido nei recuperi. Voto 6 più

Lambrughi:  prova a fare anche il Bonucci, tentando di far ripartire l'azione amaranto, visto che il lavoro in fase difensiva non è tantissimo. Voto 6 più

Leggi tutto...
 

La pagella di Alessandria - Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: bagna il suo ritorno a casa con una prestazione meno che modesta, purtroppo. In effetti i tiri nello specchio che i grigi riescono a piazzare sono quasi tutti goal, e commette due errori di presa che costano una rete fortunatamente annullata e una purtroppo buona. Purtroppo gli errori del portiere, e il portiere lo sa, pesano maledettamente. Questo nel quadro di una prestazione inguardabile di tutti. Per Luca verranno anche i giorni in cui salverà il risultato, ne è capace e l'ha dimostrato.  Voto 4.5

Gonnelli: ad un primo tempo di buona fattura fa seguire una ripresa moscia e grigia, come le maglie degli avversari. Lascia un metro a Iocolano e quello inventa una rete alla Del Piero: oggi doveva andare così.  Voto 5

Rossini: si fa scappare Piccolo, nel primo tempo, facendogli sfiorare la rete nell'unica vera occasione dell'Alessandria nel primo tempo. Complessivamente non c'è ancora, resta parzialmente a galla con l'esperienza. Voto 4.5

Leggi tutto...
 

La pagella di Livorno - Racing Roma

E-mail Stampa PDF

Eccomi qua. Per il quindicesimo campionato consecutivo troverete su questa pagina, con buona regolarità, la pagella relativa alla prestazione dei nostri amati ragazzi in amaranto. In questi anni ne abbiamo viste di cotte e di crude, e cosa volete che ci faccia ritornare da dove siamo usciti, nell'ormai lontano 5 maggio 2002? Per noi, per tutti i frequentatori di questo sito, vorrei dire per tutti i veri tifosi, la categoria non conta. Ci fa battere il cuore un po' più svelto soltanto vedere correre per il campo la nostra maglia, invero non più amaranto da lustri, non il nome dell'avversario. Questo e solo questo conta. Ovviamente tutti speriamo che questo campionato sia soltanto una parentesi, così come speriamo che tutti facciano la loro parte: società, squadra, tifosi e stampa.

Andiamo a cominciare!

P.S. Oggi niente insufficienze. Era TROPPO importante vincere e ci siamo riusciti.

-----------------------------

Falcone: avrà riposto i guanti praticamente immacolati, dato che viene chiamato all'opera in una sola occasione da De Sousa con la sua bella rovesciata, alla mezzora del primo tempo. Attendiamolo a prove più toste, per ora va bene così. Voto 6 politico

Toninelli: il barbuto terzino si disimpegna bene, senza fare sfracelli ma dando una spinta abbastanza costante e facendo una accettabile fase difensiva. Voto 6

Gonnelli: buono anche il suo esordio al centro destra dei quattro. Voto 6


Lambrughi: ministro della difesa di Foscarini, in attesa dei centimetri e della classe (data la categoria) di Rossini. Prende un rischio grosso ostruendo la strada ad un avversario in modo plateale, per fortuna tutto ok. Voto 6

Grillo: meno in evidenza rispetto al collega della fascia opposta, e meno preciso al tiro. Voto 6 meno

Morelli (dal 31° st): gioca soltanto venti minuti ma mette una buona toppa in una zona che stava diventando rischiosa. Senza voto.

Marchi: il top player del precampionato si conferma anche all'overture. Dinamico e attivo, occupa il lato destro del rombo amaranto facendosi valere. Nella ripresa fa un bel numero offensivo e sbaglia la cosa più facile, padellando il tiro da due passi. Voto 6.5

Giandonato: il metronomo appena arrivato mette in mostra buoni numeri e visione di gioco ma, almeno per il momento, è in ritardo di condizione e non regge il ritmo per molto. Entra nell'azione del goal-partita difendendo la palla sul fondo e facendola girare verso Luci. la sua crescita è indispensabile per la qualità del gioco amaranto. Voto 6 meno.

Luci: cuore di Capitano. Dalle grandi del calcio alla terza serie l'atteggiamento è sempre lo stesso: polmoni, fosforo e tanta grinta. Fa un bello spiovente in area che Vantaggiato trasforma nel cioccolatino per Cellini. Voto 6.5

Gemmi: aveva il compito di appoggiare le due punte e di aiutare in fase difensiva. Fa del suo meglio impegnandosi moltissimo ma era dura far quadrare il cerchio. Crescerà. Voto 6 meno

Murilo (dal 12° st): con l'ingresso del brasiliano Foscarini passa al 4-3-3, chiedendo più spregiudicatezza. Purtroppo nella ripresa si registra un calo fisico degli amaranto, probabilmente ancora un po' imballati, e  questo si traduce in un po' di sofferenza in più trovandosi in svantaggio numerico a centrocampo. Il ragazzo fa discretamente, muovendosi bene nella sua zona, ma la situazione generale della squadra, in quel momento, non l'aiuta. Voto 6 meno

Cellini: merita sicuramente il voto più altro per la freddezza con la quale trasforma in tre punti una occasione molto buona, per la verità una delle poche che gli capitano. In prevalenza di dedica a ricercare l'intesa e l'automatismo con Vantaggiato, e se questi due la trovano quest'anno ci potremo divertire. Voto 7

Bergvold (dal 44° st): back to the future. Bentornato vichingo! Senza voto.

Vantaggiato: il centro gravitazionale dell'attacco amaranto si disimpegna bene. E' ancora in rodaggio, lo si vede dal progressivo appesantimento (che per la verità caratterizza tutta la squadra nella ripresa), però si dà da fare puntando la porta e cercando ripetutamente la conclusione anche se le polveri sono un po' umide. Si trasforma in assist man regalando un bel tocco di testa a Cellini e mandandolo in goal. Voto 6.5

Foscarini: al momento è bene fare punti, vincere le partite, specialmente quelle apparentemente facili come questa. In effetti i romani si rivelano poco consistenti, inesperti per la maggior parte e inizialmente timorosi, però serve un atteggiamento più propositivo e dominante, anche più spregiudicato, per cercare di chiudere le partite ed evitare i (pochi) minuti di sofferenza finale. L'idea di gioco del Mister veneto si vede, alla lunga si affermerà anche in qualità, ma il lavoro da fare è ancora molto per portare la condizione generale al livello di regime. La terza serie, come si dice a Livorno, ti vol vedé in ghigna. Forza, al Moccagatta per imporsi! Voto 6

 

Ivano Pozzi

 

 

 
Pagina 1 di 17

Serie C News

Tutto Lega Pro

Chi è online

 21 visitatori online

Photogallery