Home

La pagella di Livorno - Piacenza

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: para quello che c'è da parare, compreso un tiro pericoloso nel secondo tempo messo in corner con un bel tuffo sulla sua destra. Niente da fare sulle reti, Franchi sempre solo davanti a lui. Voto 6

Gonnelli: senza infamia e senza lode, ha poco da fare perché il grosso della pressione avveraria è dall'altra parte. Qualcosa meno nella valutazione perché, almeno in occasione della seconda rete, l'errore di reparto è abbastanza grave. Voto 6 meno

Toninelli (dal 6° st): sostituisce il compagno che esce forse per un problema. Fa il compitino. Voto 6 meno

Borghese: poderoso ma troppo lento in confronto ai guizzanti avversari, nel primo tempo fa una grande fatica e non copre benissimo. Perde anche un paio di palloni pericolosi ma è fuori discussione l'impegno. Cresce come tutti nella ripresa ma vale anche per lui la considerazione fatta per l'intero reparto. Voto 5.5

Leggi tutto...
 

La pagella di Tuttocuoio - Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: risponde presente un paio di volte respingendo di pugno traversoni o calci piazzati. Incappa in un malinteso con Rossini che poteva costare caro, fortunatamente Borghini calcia improvvidamente sull'esterno della rete. Viene tagliato fuori, forse ostacolato, nell'occasione più ghiotta dei neroverdi, ma fortunatamente Maritato salva sulla linea. Voto 6 meno

Gonnelli: partita onesta e senza sbavature. Voto 6

Rossini: anche la sua gara è buona, parzialmente macchiata dalla svirgolata che mette in difficoltà Mazzoni, prima descritta. Voto 6 meno

Gasbarro: il migliore e il più energico della retroguardia amaranto. Voto 6.5


Toninelli: trova difficoltà contro Lo Porto, non riuscendo quasi mai a fare male sulla fascia. Pesca un solo asso, decisivo, mettendo sulla testa di Maritato la palla della vittoria. Voto 6 meno

Venitucci (dal 24° st): trova spazio e la sua freschezza fa gioco per affondare negli spazi lasciati dal forcing degli avversari. Un paio di buone iniziative offensive. Voto 6

Marchi: corre, corre e quando gli avanza tempo continua a correre. Verso la fine stringe i denti per non lasciare i compagni in dieci, dato che i cambi sono finiti. Voto 6 più

Luci: il migliore, da Capitano vero. Riesce a dare logica alla circolazione di palla anche nei momenti in cui c'è più frenesia, non tralasciando il lavoro (tanto) di interdizione. Rovescia quasi da solo l'inerzia della gara nella ripresa, mostrando una freschezza e una decisione gigantesche. Voto 7

Jelenic: come spesso gli succede parte da interno destro, continua e finisce da esterno destro. Non fa una piega, senza fare numeri strepitosi ma dando sempre affidabilità e sostanza. Voto 6.5

Lambrughi: solita spinta continua, senza grandi risultati perché dalla sua parte il Tuttocuoio chiude molto bene. Serve la sua esperienza nel finale. Voto 6

Maritato: lotta senza paura, sfrutta alla grande l'unico vero cross del primo tempo. Buona anche la ripresa ed eccellente il salvataggio sulla linea. La sua concretezza è enorme, le sue reti sono state tutte decisive, fino a questo momento. Voto 7

Dell'Agnello (dal 43° st): fa numero per salvare la vittoria. Senza voto.

Murilo: un passo indietro, rispetto agli ultimi tempi. Poco dentro al gioco, le palle che tocca non producono problemi per la difesa neroverde. Voto 5.5

Cellini (dal 28° st): approfitta della stanchezza degli avversari, cerca due volte la rete che avrebbe chiuso la partita ma la manca per poco. Fuori per il necessario turnover, vista la densità degli impegni. Voto 6.

Foscarini: in effetti non c'è solo da prendere il risultato, ha ragione l'esperto allenatore. Almeno per quanto riguarda il primo tempo, la partita si gioca quasi sempre nella metà campo neroverde: discreta circolazione di palla ma, quando si arriva sulla trequarti finiscono le idee. Pochi buoni cross, l'unico dei quali infatti vale tre punti. La ripresa, come troppo spesso succede, vede i ragazzi soccombere per almeno venti minuti buoni, e il Livorno vede le streghe sotto il pressing del Tuttocuoio che sfiora il pareggio un paio di volte. Alla lunga poi prevale l'esperienza e la calma dei più forti, e il conto delle occasioni quasi si pareggia. Certo, dobbiamo migliorare, aumentare la concretezza negli ultimi venti metri, ma siamo questi e giochiamo la terza serie. Piedi in terra, amici e compagni: la prossima è fra tre giorni, e con un'avversaria di rango, purtroppo l'orario idiota impedirà a molti di vederla. Voto 6 più

 

Ivano Pozzi

 

La pagella di Livorno - Pontedera

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: riesce a respingere il tiro di Kabashi ma non la successiva ribattuta di Gemignani. Nessuna incertezza. la solita partita di carattere e sostanza. Voto 6 più.

Gonnelli: il piccolo e guizzante Santini lo mette in difficoltà quando passa dalle sue parti, nel suo continuo movimento. Per il resto, tutto bene. Voto 6 meno.

Borghese: si prende la seconda ammonizione negli ultimi minuti di gara, forse per una simulazione in area avversaria. Peccato, è in forma ottimale ma salterà la prossima. A volte è costretto, specie nella seconda metà della ripresa, a fare lanci lunghi per ovviare al pressing avversario.  Voto 6.

Gasbarro: anche lui se la cava bene in tutto, dietro e in avanti. Voto 6 più.

Leggi tutto...
 

La pagella di Lupa Roma - Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: non riesce a tenere la porta immacolata nemmeno quando gli avversari hanno cattiva mira, come oggi. Nel garbage time la Lupa segna con una capocciata di  Palomiche  su corner, e lui non può farci niente. Per lo più sorveglia l'uscita dei palloni. Voto 6 politico

Gonnelli: sempre attento e puntuale, resta nella sua zona e non si passa. Soffre un po', come tutta la retroguardia, nei minuti finali sotto la spinta degli avversari. Voto 6 più

Borghese: soffre solo al momento dell'ingresso di Fofanà, grosso come lui ma molto più mobile. Per il resto tutto bene. Voto 6

Gasbarro: buona fase difensiva. Gli dà il tempo di fare alcune sortite offensive, in una delle quali sfiora la porta con un tiro forte dopo una bella serpentina. Voto 6.

Leggi tutto...
 

La pagella di Livorno - Prato

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: due tiri in porta del Prato, tutti nell'ultima parte del primo tempo e nel giro di un minuto. Il primo lo prende e lo mette in corner: sulla battuta del tiro d'angolo viene superato dallo stacco di testa di Danese. Fa sentire la sua presenza andando sul muso a qualche avversario. Voto 6 più

Gonnelli: buona prestazione, senza sbavature. Forse si trova meglio  giocando a tre. Voto 6 più

Borghese: leader, dominante fisicamente ma anche nell'assunzione di responsabilità. Se si vuol trovare il pelo nell'uovo, alcune volte è un po' macchinoso e tarda a far ripartire l'azione. Voto 7

Gasbarro: fa una partita molto fisica, sostiene duelli pesanti con gli avversari e qualche volta ci rimette. Nonostante questo non molla. Voto 6.5

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 19

Serie C News

Tutto Lega Pro

Chi è online

 25 visitatori online

Photogallery