Home

Perugia - Livorno 1 a 1. Ennesimo capitolo di una stagione grigia

E-mail Stampa PDF

Dopo il pareggio col Frosinone il Livorno si presenta al Renato Curi armato delle migliori intenzioni, o almeno così è nel primo tempo. Con l'assenza forzata di Luca Siligardi Panucci si presenta con un caparbio 3-5-1-1. Daniele Vantaggiato unica punta, dopo 7', si vede annullare un gol in dubbio fuorigioco, però è il preludio al gol che arriva al 10' a firma dello sloveno Jelenic. Il vantaggio non è casuale o fortuito, la squadra gioca, si difende con ordine, è propositiva e in un paio di occasioni vanifica delle ripartenze che avrebbero potuto portare al raddoppio.

Si va al riposo.

Leggi tutto...
 

La pagella di Livorno - Frosinone

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: spettatore nel primo tempo, nella ripresa fa una cosa bella e una brutta. Al 17° respinge in due tempi la deviazione acrobatica di Ciofani (che però era stato fermato per gioco pericoloso), e mezzora esatta dopo, nel recupero, offre la porta libera a Lupoli andando a vuoto in uscita alta di piede: fortunatamente l'avversario, quasi incredulo per il cadeau, tira debolmente consentendo il recupero di Bernardini. Restiamo al primo tempo, molto meglio. Forza Luca!. Senza voto

Bernardini: il gioco monocorde dei ciociari, palla lunga per Dionisi, mette i due centrali labronici in affanno per la superiore velocità dell'ex amaranto. Alla fine, paga l'impegno e la concentrazione. Voto 6

Emerson: si può ripetere il giudizio dato al compagno di reparto, pari pari. Voto 6

Lambrughi: il migliore in campo, per distacco. Negli ultimi tempi (ma forse fin dall'inizio del campionato) incarna lo spirito di battaglia che dovrebbe essere dentro ognuno dei nostri ragazzi. Soffre all'inizio l'esperienza e la sagacia tattica di Santana ma gli mette la museruola abbastanza presto. Non tralascia il lavoro in spinta, anzi. Nella ripresa giganteggia, tentando anche molte penetrazioni centrali. Finisce correndo, così come aveva iniziato. Voto 7.5

Leggi tutto...
 

La pagella di Pro Vercelli - Livorno

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: tre volte deve chinare la schiena ed andare a raccattare i gol messi a segno dai non certo prolifici (fino a ieri!) attaccanti piemontesi, ma per l'ennesima volta si dimostra estremamente dentro il match andando a sfoderare alcuni interventi assolutamente decisivi per non far capitolare ulteriormente l'incerta retroguardia amaranto. Voto 6,5

Ceccherini: decisamente il meno brillante degli undici messi in campo da Panucci. Rischia di lasciare i suoi in inferiorità numerica già a metà primo tempo e si mostra alquanto "leggerino" anche in occasione di alcuni degli affondi dei padroni di casa ed in particolare in occasione del gol del 2 a 2. Spiace dirlo ma è francamente ben lontano dagli standard qualitativi pressochè eccellenti di un paio d'anni fa. Voto 4,5

Bernardini (dal 46'): tenuto in panchina ad inizio sfida, entra opportunamente al posto del "Cecche" ad inizio ripresa. Partita senza infamia e senza lode e comunque priva di errori madornali che nelle zone del campo dove agisce, sono sempre chiaramente altamente pericolosi. Voto 6

Emerson: gioca come al solito nel mezzo della retroguardia amaranto e quindi come "direttore d'orchestra" è probabilmente colui su cui ricadono le maggiori colpe per un pomeriggio francamente da incubi sotto il profilo difensivo. Sfortunato protagonista del momentaneo 3 a 2 vercellese, appare finalmente redivivo sotto il profilo balistico tanto è vero che prende tra le mani il pallone pesantissimo del rigore che sancirà il 3 a 3 definitivo. Dai Puma!!! Voto 6

 

Leggi tutto...
 

Pro Vercelli - Livorno 3 a 3. Alla fiera dello spreco

E-mail Stampa PDF

Il Livorno raccoglie al Silvio Piola di Vercelli il primo pareggio della gestione Panucci. La squadra amaranto si presenta al fischio d'inizio, a centrocampo col rientrante Biagianti e in attacco con la conferma della coppia Siligardi, Galabinov che era stato l'uomo partita col Lanciano.

L'inizio non è dei migliori, Sprocati porta in vantaggio la squadra di casa al 5°, però il Livorno non si deprime come sempre dopo uno svantaggio, ma reagisce e al 12° Maicon trova il pareggio. Passano altri 14 minuti e Siligardi dopo un articolato fraseggio con Galabinov e un bel tiro, ci porta in vantaggio. La partita è ben incanalata, solo che il Livorno non riesce a portare a tre le marcature e a quattro minuti dall'intervallo, la Pro sempre con Sprocati trova il pareggio. Un primo tempo tutto sommato non negativo che però in occasione dei due gol subiti ha paventato, come al solito, una difesa un po' troppo molle e dormiente.

Si va al riposo.

Leggi tutto...
 

Livorno 1 Lanciano 0: salvezza ottenuta!

E-mail Stampa PDF

Primo obiettivo stagionale finalmente raggiunto! Il Livorno torna al successo abbattendo al Picchi il Lanciano dell'emergente D'Aversa e si inerpica in classifica sino alla fatidica quota 50 che significa permanenza (almeno!) in cadetteria anche per la stagione 2015/16.

Sulla partita di ieri sera possiamo dire molto sinteticamente che gli spunti per sorridere non sono stati certamente granchè. L'importante era invertire la tendenza e tornare a far punti pesanti e così fortunatamente è stato. Tanto basta.

Panucci continua imperterrito col classico 3-5-2 riproponendo Lambrughi nel terzetto difensivo, Gemiti esterno sinistro a centrocampo, rispolvera Maicon dal lato opposto e rilancia Luci titolare supportato nella zona nevralgica del campo da Appelt Pires e Djokovic. Là davanti, complice la squalifica di Vantaggiato, la coppia incaricata di stroncare la difesa abruzzese, è composta da Galabinov ed il "Sili". Dall'altra parte gli ospiti in piena lotta per un posto nella post-season e scesi al Picchi col loro classico 4-3-3.

Il primo tempo è decisamente apatico. Inizio al piccolo trotto con sporadiche iniziative ospiti, comunque non particolarmente velleitarie e, da parte amaranto, solo tre punizioni consecutive nell'arco di 3 minuti a cavallo della metà della frazione, gestite comunque in modo inefficace dai vari Siligardi ed Emerson. Forcing labronico a fine frazione con, in ordine, bel colpo di testa di Galabinov a seguito di ottimo break di Lambrughi, botta dai 25 metri di Emerson terminata abbondantemente alla destra del portiere e, finalmente dopo oltre 300 minuti d'astinenza, gol amaranto grazie ad una magia dai 20 metri del bulgaro capace d'insaccare l'1 a 0 sotto la traversa.

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 28

Chi è online

 22 visitatori online

Photogallery


Seguici su...

twitter facebook