La pagella di Arzachena - Livorno

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Mazzoni: il primo tempo scivola via tranquillo, poco lavoro da sbrigare. La rete lo vede tentare qualcosa ma c'è poco da fare, Bertoldi ha il vantaggio di poter gestire tutto senza opposizione, grazie alla dormita della difesa. Purtroppo esce all'inizio della ripresa piangendo dal dolore per un infortunio al piede, e i sanitari lo fanno anche cadere.  Speriamo bene. Voto 6.

Pulidori (dal 7° st): subisce la rete della Grande Paura, non riuscendo ad arrivare sul tiro angolato di Lisai. Tiene i nervi a posto e chiude bene. Voto 6.

Pedrelli: fa una partita un po' strana, spingendo con discreta convinzione ma ballando sovente in fase difensiva. Commette una leggerezza imperdonabile non liberandosi di una palla e favorendo la ripartenza dei sardi che pareggiano.  Da qui inizia la paura, e per qualche minuto il Livorno sembra sfilacciarsi. Per fortuna la rete di Luci rimette la barca in linea di galleggiamento.  Voto 5.5

Morelli (dal 33° st): sta in zona, cercando di conservare un risultato fondamentale. Voto 6.

Gonnelli: si conferma il più in palla del reparto arretrato, chiudendo per chiunque passi dalle sue parti. Voto 6.5

 

Perico: ha trovato il giusto passo e una posizione utile. Voto 6.

Franco: riprende il suo posto, giustificando la scelta di Sottil di preferirlo allo scalpitante Bresciani con una gara di sostanza, giudiziosa e senza errori. La impreziosisce con la gestione della palla in occasione della seconda rete. Voto 7.

Luci: il Capitano lotta, soffre e trova le rete che dà una vittoria pesante come l'uranio. Voto 7.5

Bruno: un paio di appoggi sbagliati in tutta la partita, possiamo concederglieli dai ... Voto 7.

Doumbia: la Freccia Nera mette subito l'esclamativo segnando di rapina dopo cinque minuti, approfittando della topica difensiva. Fa venire il mal di testa all'avversario diretto e marca un primo tempo da leccarsi i baffi. Nella ripresa il nuovo controllore, dopo essersi preso un'ammonizione, riesce a prendergli le misure e lo limita. Peccato per il tiro che sfiora il palo lontano, subito dopo il pareggio dei galluresi. Voto 6.5

Kabashi (dal 33°st.): come nel derby, entra con convinzione e dà il suo onesto contributo. Voto 6.

Maiorino: agisce sulla tre quarti, come da copione, e fa benino almeno per il primo tempo. nella ripresa lentamente affievolisce il suo apporto. Voto 6 più.

Pirrello (dal 33° st): poche storie e zero fronzoli, il risultato è troppo importante. Voto 6.

Valiani: una di queste volte ci dirà dove nasconde lo scomparto delle pile.  Segue bene l'azione di Vantaggiato e il ball handling di Franco, ricevendo la palla e mirando la porta dove Rutzittu non può arrivare. Il tutto condito dalla solita continuità. Voto 7.

Murilo (dal 25° st): un po' nervoso, rischia di abboccare alle provocazioni dei difensori in giallo ma per fortuna si controlla. Una sola buona iniziativa, in dribbling sul fondo, che purtroppo non frutta. Senza voto.

Vantaggiato: il serbatoio è agli sgoccioli, è evidente a tutti. La sua grande esperienza e l'attaccamento gli fanno comunque giocare una gara discreta. Propizia le seconda rete con un bell'affondo e successivo cross sul secondo palo, e tiene impegnati i difensori.  Avercene, signori. Voto 6 più.

Sottil: due su due, dal rientro in plancia. Questo gli era stato chiesto, questo sta facendo. Si soffre, certo, e oggi se vogliamo anche un po' troppo. La prima rete gallurese fa il paio con la prima del Livorno, come grazioso dono di difese svagate all'avversario, e la seconda nasce da un errore individuale. A questo punto del campionato, con 180 minuti da giocare in apnea, non c'è spazio per lavorare sui difetti, ormai conclamati, ma si deve soltanto tenere il motore acceso ad un regime sostenibile e non staccare la testa: il mister piemontese ci sta dando dentro, sosteniamolo e sosteniamo tutti i ragazzi. la vittoria oggi era imprescindibile, chi se ne frega com'è venuta. I palati fini vadano a gustarsi altri spettacoli. "Non tifo gli squadroni, io tifo te". Voto 7.

 

Ivano Pozzi

 

Photogallery


Risultati e classifica