La pagella di Viterbese Castrense - Livorno

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Mazzoni: attento ed efficace per tutta la partita, dà il meglio nel finale quando "redarguisce" un avversario alla caccia del tuffo inganna-arbitro ed effettua un paio di paratone che bloccano le velleità della truppa di Camilli. Voto 6.5.

Morelli: mette a segno una buona prestazione, senza strafare. Voto 6 più.

Borghese (dal 29° st): muscoli e grinta per tenere una vittoria preziosa. Senza voto.

Gonnelli: non ripete la prestazione brillante contro la Robur, ma tiene benissimo. Voto 6 più.

Pirrello: fa cose semplici e non sbaglia nulla. Voto 6 più.

 

Franco: usa meno del solito il turbo, diminuendo le incursioni sulla fascia. Indovina però un cross preciso, leggendo lo sbilanciamento della difesa avversaria e favorendo lo spettacolare tuffo di Murilo. Voto 6.5.

Giandonato: se sveltisce l'azione, eliminando qualche leziosità, le sue buone qualità emergono come stasera. Voto 6.5

Bruno (dal 29° st): solito copione, quantità e qualità. Voto 6.

Luci: non ricordo suoi errori. Gioca una partita al limite della perfezione, correndo sensatamente, coprendo una grande zona di campo, contrastando e rilanciando. L'azione della prima rete parte da una sua buona idea. Il Capitano che torna ai massimi livelli è un'ottima notizia per il finale di campionato. Voto 7.5

Valiani: agisce da mezzala, curando il raccordo con il reparto avanzato. Dinamismo e lucidità, come nel caso del passaggio illuminante per Murilo. Voto 7.5

Maiorino: cresce, ed è una buona notizia. Voto 6 più.

Bresciani (dal 17° st): non fa quasi in tempo a mettere piede in campo che si fa male, riducendo il suo potenziale. Senza voto.

Vantaggiato: centravanti-boa, prova a tenere alto il baricentro e a cercare spiragli di luce. Bravo e freddo a trasformare il rigore. Voto 6.5

Montini (dal 23° st): un po' nervoso, si fa trascinare in qualche battibecco di troppo con gli avversari ma tutto sommato fa il suo. Voto 6.

Murilo: effetti speciali. Segna due reti bellissime, per intuizione ed esecuzione. Procura un rigore solare, cedendo la palla al compagno. Si sbatte anche nei ripieghi difensivi. Giocasse sempre così sarebbe da serie superiore. Magari lo diventerà, per adesso ci basta. Voto 8.

Manconi (dal 19° st): qualcosina in più dell'ultima volta lo fa, ma quando deve crescere ancora... Senza voto.

Foschi: insiste con una disposizione più solida per il settore centrale, con due mezzali dalla grande corsa che assistono un vertice arretrato, e beneficia degli inserimenti a turno dei laterali. Questo evita sbilanciamenti evidenti, senza inficiare il potenziale offensivo. Quello che salta agli occhi è il superamento della fase di paura: i ragazzi sembrano giocare con la mente sgombra: possono fare errori, e stasera in un paio di circostanza la difesa ha sbandato a causa di qualche palla persa, rischiando in un caso il pareggio immediato se Vandeputte non avesse ciccato clamorosamente la palla a porta quasi spalancata. Rispetto a qualche settimana fa questi episodi non devastano il morale, e si va avanti. Ottimo risultato, e buon viatico per un finale a tutta birra. Voto 7.

 

Ivano Pozzi

 

Photogallery


Risultati e classifica