La pagella di Livorno - Virtus Lanciano

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 

Ricci: fa un bel tuffo sulla sassata di Bacinovic e la mette in corner. Qualche peccato di gioventù in uscita ma nulla di che. Protagonista involontario del Nasca-time. Voto 6

Ceccherini: nel primo tempo sfiora la rete con un tiro secco e improvviso, mettendo il fiocco ad una prestazione di sostanza. Voto 6 più

Lambrughi: inappuntabile, come sempre. la punizione del raddoppio nasce da una sua ripartenza e successivo galoppo fino alla tre quarti dei frentani. Voto 6.5

Gasbarro: sta sulle sue, provando a uscire solo nella ripresa. Voto 6 meno.

Moscati: fa meno volate del solito, visto che per buona parte della partita in mezzo il Livorno è in minoranza e bisogna dare una mano in interdizione. Nel complesso fa bene. Voto 6

Luci: mezza squadra. A un primo tempo monumentale fa seguire una ripresa meno sontuosa ma ancora di buona qualità. Palloni su palloni recuperati, ripartenze effettuate, chiusure tempestive. Voto 7.5

Schiavone: inizia piano, quasi timoroso, poi lentamente cresce e riesce a dare un buon contributo. Voto 6

Antonini: per lui vale lo stesso ragionamento fatto per Moscati, anche se quelle poche capatine in avanti sono fruttuose. Infatti serve di petto l'assist per la prima rete di Aramu. Voto 6

Cazzola (dal 30° st): nessun impatto sulla partita. Voto 5

Aramu: San Mattia regala altre due perle, in questa strana e triste fine di torneo. La seconda è particolarmente bella, perché il tiro forte inganna il portiere sul palo corto quando si aspettava la palla tagliata su quello lungo. Purtroppo si fa male nel finale del primo tempo, cerca di resistere ma esce dopo pochi minuti del secondo. Voto 7

Fedato (dal 6° st): pochissime palle giocate, anche perché dopo quindici minuti dal  suo ingresso la partita cambia con l'espulsione di Ricci e la squadra si sgonfia lentamente. Voto 5

Vantaggiato: è agli sgoccioli del serbatoio. Stasera fa veramente una fatica boia, non trova mai la porta ma si spende con la solita generosità. Voto 6 meno

Vajushi: se lui e Aramu avessero iniziato a giocare così un paio di mesi prima forse ... stasera le fasce sono l'unico punto di forza. Uscito Aramu per infortunio, tolto l'albanese per scelta tecnica dopo l'espulsione, il Livorno chiude bottega. Voto 6.5

Pinsoglio (dal 23° st): è da condannare per l'errore da Mai dire goal ( che si aggiunge a quello con il Perugia)  ma, soprattutto, per l'atteggiamento che indossa alla fine. Chiaramente incompatibile con il territorio. Voto 2

Gelain: ha fatto il possibile, in queste giornate che gli sono toccate e stasera. Forse avrebbe potuto non privarsi della velocità di Vajushi togliendo Vantaggiato per Pinsoglio, ma sono dettagli di dettagli. La realtà è che la partita di stasera è la summa del campionato del Livorno: errori dei singoli, topiche memorabili dei giudici di gara (l'attaccante in netto offside che si sgambetta da solo e che ottiene rigore ed espuslione è meraviglioso...), fragilità caratteriali diffuse, errori da parte della società nella costruzione della rosa e nella moria di allenatori. Dopo quattordici anni e quindici giorni il Livorno calcio torna da dov'era venuto, in terza serie. Il dato da cui ripartire è questo. Le eventuali appendici di carta bollata potranno (forse, o forse no) regalare la possibilità di partecipare ai playout per il rotto della cuffia, di fatto la stagione è stata indecorosa, si è dilapidato il patrimonio faticosamente conquistato dagli Immortali del Vodz. Voto a tutti: 4

 

Ivano Pozzi

 

Serie C News

Tutto Lega Pro

Photogallery