Home

Livorno-Perugia

E-mail Stampa PDF
Cercasi vittoria disperatamente

Il Livorno fa sperare nel primo tempo ma si arrende nella ripresa al Perugia che vince al Picchi 3-2. I nostri non hanno giocato malissimo ma hanno accusato la rapidità della formazione umbra: finalmente si sono visti spunti offensivi interessanti ma le difficoltà difensive persistono e devono essere al più presto risolte onde evitare un crollo totale del progetto incentrato sulle figure di Lucarelli, Protti e Diamanti.
Quest’ultimo sembra aver attuato un netto cambio di mentalità, almeno per quanto riguarda questo match, dimostrando una cattiveria che fa ben sperare: ha trovato la doppietta che, come detto, nel primo tempo ci aveva illusi e ha impensierito ripetutamente Gabriel.
Il nostro di portiere, Luca Mazzoni, ha disputato un’ottima gara sino all’episodio del calcio di rigore (circa 75’) quando, a rigore realizzato, è stato espulso per proteste.
Un’altra buona prova è stata offerta da Raicevic, che ha collaborato con Diamanti, offrendogli anche una grande chance in area di rigore. Il nostro centrocampo ha avuto qualche problemino ad ostacolare il giro palla ospite che ci ha causato i maggiori problemi.
La prova, dunque, non è stata totalmente deludente ma non è comunque bastata; dobbiamo porci delle domande e cercare di rispondere il più in fretta possibile per i tifosi e per l’orgoglio.
Pietro Grassi
 

Salernitana-Livorno

E-mail Stampa PDF

Un passo indietro

Una brutta sconfitta contro la Salernitana fa sprofondare nuovamente il Livorno che in 9 partite ha collezionato soltanto 5 punti ed è ultimo insieme al Carpi.

Il problema fondamentale è stato come al solito il gioco offensivo: assente.

Il Livorno ha creato pochissimo, trovando il gol solo sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Matteo Di Gennaro, e rendendosi mai pericoloso.

Difficoltà anche in difesa: la doppietta di Bocalon è arrivata su calcio d’angolo, situazioni in cui, i tanti centimetri della nostra difesa dovrebbero aiutare ma spesso non è così.

Chapeau per Pucino e la sua strepitosa punizione su cui un perfetto Mazzoni, che ha salvato due volte su Di Gennaro e poi sul colpo di testa del numero 14 Di Tacchio con interventi fantastici, non ha potuto nulla.

Non ha deluso Maiorino nel primo tempo anche se si è lasciato prendere dalla frustrazione nella ripresa rimediando anche il cartellino, comunque sia può essere una valida alternativa a Diamanti il quale non è entrato bene in campo.

Leggi tutto...
 

La pagella di Livorno - Ascoli

E-mail Stampa PDF

Mazzoni: c'è quando ci deve essere, prende tutto quello (non molto in verità) che è il frutto della pressione intermittente del Picchio. Nel primo tempo devia una punizione insidiosa, nel finale di partita respinge un colpo di testa ravvicinato di Frattesi, chiudendo in banca il risultato. Qualche rimessa sbagliata, fatta senza calcolare la forza del libeccio, non cambia il giudizio. Voto 6.5

Gonnelli: diligente e solido, non commette errori e timbra una prestazione buona. Voto 6 più.

Dainelli: il ministro della difesa rimedia un'ammonizione nel primo tempo (conseguente ad un suo errore)  e, dall'alto della sua esperienza, non se ne fa condizionare giocando una partita giudiziosa e positiva. Voto 6.5

Gasbarro: il più impegnato dei tre dietro, se la cava alla grande. Voto 6.5.

Maicon: non si capisce questo ragazzo. Mostra incertezze e carenze troppo evidenti per dipendere solo da limiti tecnici. Qualcuno ci sta pensando? Lucarelli lo toglie proprio perché non può farne a meno... Voto 4.5

Leggi tutto...
 

Livorno-Ascoli

E-mail Stampa PDF

Finalmente!

È arrivata la prima, sudata vittoria, per il Livorno, che coincide con i primi punti in casa.

Serviva il gol, che è arrivato, nel primo tempo, oltretutto da un nostro centravanti, Raicevic, sul cross rasoterra di Fazzi, smarcato da Diamanti.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Pagina 4 di 7

Chi è online

 143 visitatori online

Photogallery


Risultati e classifica

Ultime immagini pubblicate