Ascoli-Livorno 1-1

E-mail Stampa PDF

Un punticino

Un Livorno ben organizzato si tiene a -4 dall’Ascoli (che ha, però, una partita in meno) grazie al rigore di Diamanti: al Del Duca finisce 1-1.

La formazione casalinga era partita bene e Zima aveva più volte rischiato di subire un gol arrivato al quarto d’ora a cui ha risposto la realizzazione dagli undici metri, pochi minuti dopo, di Alino.

Il portierone brasiliano si è dovuto raramente opporre ma è stato bravo a non lasciar tirare gli attaccanti con facilità.

Idem per i difensori che hanno chiuso molto bene gli affondi bianconeri anche se c’è, effettivamente, un po’ di rammarico per il gol subito, assolutamente evitabile e arrivato per una disattenzione difensiva su corner.

Buona, come sempre, la spinta degli esterni di centrocampo, Porcino e Valiani, e quella di Salzano (subentrato ad Agazzi infortunatosi poco prima della rete di Beretta) e Luci in mediana, col capitano molto coinvolto anche in fase difensiva.

Diamanti si rende nuovamente decisivo, anche se dal dischetto, un po’ fuori dal gioco, invece, le due punte Murilo e Raicevic: molto nervoso il brasiliano che ha rischiato l’espulsione ed è stato sostituito da Dumitru (raramente pericoloso in mezz’ora) mentre il montenegrino non ha mai impensierito Savic e anche lui ha dovuto lasciar spazio a Giannetti, nell’ultimo quarto d’ora di gara.

Per fortuna le vicende relative alla squalifica di Mazzoni non hanno troppo influito e Zima non sta facendo rimpiangere uno dei leader dello spogliatoio amaranto a suon di ottime prestazioni.

Fondamentale continuare ad ottenere punti, a partire dal match contro la Salernitana sabato prossimo al Picchi.

Pietro Grassi

 

Chi è online

 32 visitatori online

Ultime immagini pubblicate

Photogallery