Carpi-Livorno 1-4

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Goleada amaranto

A Carpi il Livorno trova la prima vittoria in trasferta, nell’ultima gita del 2018, grazie ad un pirotecnico 1-4. I nostri partono bene sbloccando meritatamente la partita, dopo appena dieci minuti, grazie al colpo di testa di Pedrelli, che sfrutta con un ottimo inserimento il traversone di Bruno. La reazione del Carpi, però, ci costringe a rifugiarci in difesa, subendo il gol del pari. Nella ripresa Murilo ristabilisce subito la situazione di vantaggio e, nel finale, Giannetti con una gran doppietta chiude la partita.

Mazzoni raramente chiamato in causa con il tridente difensivo Bogdan-Dainelli-Di Gennaro che conferma l’ottima prestazione della precedente gara contro il Verona al Picchi. Il croato ha anche sfiorato il gol con un destro potentissimo dal limite.

Bruno e Agazzi straordinari, soprattutto nella ripresa, dominata dal Livorno; il numero 5 ha sostituito al meglio Valiani mentre Agazzi ha confermato la sua ottima forma fisica. Sugli esterni altra buona prova di Gasbarro, sempre pronto a correre e a portare su la squadra; sull’altra fascia Pedrelli ha dimostrato grande cattiveria agonistica, segnando anche la rete che ha aperto le marcature.

Rocca molto bravo a non far sentire l’assenza dello squalificato Diamanti, servendo anche l’assist per il 2-1 di Murilo. Parlando del brasiliano, è importante che abbia finalmente trovato il gol che gli fa sicuramente bene all’umore dandogli fiducia. Raicevic accanto a lui ha disputato una gran partita, nonostante sia mancato il gol, sfiorato con una conclusione che ha colpito in pieno la traversa.

L’ingresso in campo di Maicon e Giannetti ha permesso alla squadra di trovare nuova freschezza e, soprattutto, i due gol finali grazie al doppio assist del brasiliano per la doppietta dell’ex Cagliari.

Allungare la striscia di risultati utili che stiamo ottenendo (2 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 4, per un totale di 8 punti, più della metà dei nostri punti, 14) è molto importante perché fa capire che le chance per salvarci ci sono: la classifica ci vede quartultimi anche se con una partita in più rispetto alle tre squadre che ci inseguono, ovvero Crotone, Foggia e Padova.

Il prossimo match, ultima giornata del girone di andata, ci vedrà impegnati in casa contro il Padova che, come detto, ricopre per ora il ruolo di fanalino di coda. Una vittoria domenica sarebbe fondamentale per allungare ancora e chiudere al meglio il 2018.

Pietro Grassi

 

Photogallery


Risultati e classifica