Livorno-Verona 0-0

E-mail Stampa PDF

Un punto che ci va stretto

Un altro gran Livorno, dopo aver fermato il Palermo in Sicilia, tiene a reti inviolate il Verona: al Picchi è 0-0. Gli amaranto hanno meritato il quinto punto in 3 partite, dominando la partita e sfiorando più volte il gol-vittoria. Le giocate del Livorno hanno impegnato spesso Silvestri, senza però esser mai ciniche e decisive. Mazzoni raramente è intervenuto, protetto da Bogdan, una diga. I compagni del croato, Dainelli e Di Gennaro, hanno aiutato il migliore in campo ad arginare gli attacchi gialloblu.

 

Ottime prestazioni per gli esterni di centrocampo, Valiani e Gasbarro, che hanno più volte messo in difficoltà gli avversari con profonde cavalcate sulla fascia. Bene anche Luci e Agazzi, rimanendo sul reparto in mezzo al campo, i quali si sono resi partecipi degli arrembaggi dei nostri. Diamanti, che è sembrato tutt’altro che infortunato, ha sfiorato in diverse occasioni la gioia personale con grandi conclusioni col sinistro. Unica pecca l’ammonizione: era diffidato e salterà la delicata gara contro il Carpi. L’attacco è stato il reparto meno brillante, con Raicevic e Murilo poco pericolosi e un po’ goffi; anche Giannetti, che ha preso il posto del brasiliano, non ha mai impensierito la difesa del Verona. Le occasioni create non sono state purtroppo sfruttate ma ottimi segnali sono arrivati in vista della fine del 2018, che ci vedrà impegnati in due match fondamentali: in trasferta a Carpi per Santo Stefano e al Picchi il 30 dicembre contro il Padova, ultima del girone d’andata.

Pietro Grassi

 

 

Chi è online

 141 visitatori online

Ultime immagini pubblicate

Photogallery