Palermo-Livorno 1-1

E-mail Stampa PDF

Bel punto

Il Livorno ottiene dunque un punticino molto importante, sia per la fiducia che, soprattutto, per la classifica, che adesso ci vede a pari punti col Carpi (a quota 10, ma con una partita in meno), a un punto dal Padova e a due punti da Foggia e Crotone: nel testacoda del Barbera tra i rosanero capolisti e gli amaranto ultimi in classifica finisce 1-1.

Fermare il Palermo capolista in Sicilia ci fa capire quanto sia importante crederci e giocare con la giusta mentalità per ottenere risultati talvolta inaspettati.

La partita si è praticamente decisa nel primo tempo: ha aperto le marcature Moreo al 14', facendo credere che sarebbe stata una passeggiata per la squadra di casa che ha invece subito il pareggio targato Raicevic su assist, come al solito, di Diamanti.

Nella ripresa abbiamo avuto una grandissima occasione col sinistro di Alino ma abbiamo dovuto subire i disperati tentativi finali del Palermo che naturalmente, avendo altri obiettivi, ha cercato in tutti i modi la vittoria.

Vittoria che è stata negata ai rosanero grazie ad una buona prova di Mazzoni, che ha ben custodito porta e pareggio, e della difesa labronica che ha evitato particolari pericoli e, con i suoi componenti, Bogdan in particolare, ha creato difficoltà a Pomini.

Il centrocampo amaranto ha meritato una sufficienza piena in pagella, giocando in maniera tale da placare gli attacchi dei padroni di casa e aiutare le nostre ripartenze, per arrivare agli attaccanti (Raicevic e il giovane Canessa, confermato dopo la gara col Foggia) passando per Diamanti.

Canessa ha aperto bene il gioco e dato spazio per i continui inserimenti di Raicevic, dal primo dei quali è nato il gol del pari.

Il pareggio di oggi è davvero importante, poichè ci da l'entusiasmo e la grinta necessari per le prossime gare prima del nuovo anno che definiranno le nostre possibilità di salvarci, sperando esse crescano col passare del tempo e si concretizzino ma, nel frattempo, dobbiamo continuare ad essere concentrati su ogni azione di ogni partita per limitare il più possibile alcuni gap che, sulla carta, ci darebbero per spacciati contro molte squadre.

Pietro Grassi

 

Chi è online

 127 visitatori online

Ultime immagini pubblicate

Photogallery