La pagella di Palermo - Livorno

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Mazzoni: para il parabile, in verità non molto, prodotto dai rosanero: fa una uscita determinante per riparare ad un retropassaggio assassino di Fazzi. Una sicurezza. Voto 6.5.

Di Gennaro: bravo per tutta la partita, super nei bollenti minuti finali quando impedisce la rete della ingiusta vittoria avversaria anticipando di testa due attaccanti appostati sulla linea di porta. Voto 7.

Dainelli: qualche brivido lo fa correre, specie quando pretende troppo dalla sua esperienza approcciando gli interventi con poca rapidità. Nel complesso bene. Voto 6.

Bogdan: buona prestazione anche da parte sua. Voto 6.5.

Valiani: si rischia l'iterazione del commento. Valiani gioca sempre bene, il suo apporto è di grande spessore anche quando tocca meno palloni di oggi. Fa le due fasi in modo impeccabile, dà sostanza e personalità. Voto 6.5.

 

Luci: motore instancabile, vero Capitano. Voto 6.5.

Agazzi: dinamico e ordinato, appoggia bene i compagni di reparto nel lavoro di interdizione. Voto 6.5

Fazzi: ordinato e diligente, spinge con oculatezza. Voto 6.

Bruno (dal 29° st): tampona tutte le falle che vede. Voto 6.

Diamanti: numeri e berci, giocate e confronti con l'arbitro, l'assist che vale un punto di platino. Le statistiche lo danno come il giocatore di B che subisce più falli, chissà perché. E' imprescindibile, sempre. Voto 7.

Murilo (dal 41° st): sostituice l'esausto compagno, toccato duro dagli avversari. Entra anche per dare un segnale psicologico alla squadra e anche agli avversari: possiamo anche vincere. Senza voto.

Canessa: un altro mattocino di esperienza per il giovanissimo attaccante, un'altra dimostrazione di buon spessore e personalità. Voto 6.

Porcino (dal 1° st): fa accentrare Valiani, occupando con buona autorità la fascia. Voto 6.

Raicevic: è in crescita. Rete a parte, per altro di ottima fattura nel movimento e nella finalizzazione, tiene il più alta possibile la squadra, si va a cercare il pallone a centrocampo, lo difende bene quando si pianta a baricentro basso, lo smista con raziocinio. Bravo. Voto 7.5.

Breda: ok, la difesa una topica la fa quasi sempre, anche nel quadro di una partita di alto livello come quella giocata dal Livorno al Barbera. La rete presa vede sostanzialmente gli amaranto ammirare l'azione in velocità, quasi accademica, degli avversari. Questo però non deve far passare in secondo piano gli indubbi progressi che i ragazzi stanno mostrando: pressing e organizzazione sono aumentati, e il Palermo ha giocato peggio del solito anche perché il Livorno gli ha impedito di di giocare meglio. I punti vanno presi quando si fanno, senza assurde tabelle. Partita per partita: solo così il progetto salvezza può andare in porto. Per adesso restiamo attaccati al gruppo di chi se la gioca, mostrando coraggio e faccia tosta, impegno e lucidità. Poi si vedrà. Voto 6.5.

 

Ivano Pozzi

 

Chi è online

 67 visitatori online