Cosenza-Livorno

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

10 minuti

Quelli in cui abbiamo giocato veramente bene e sfiorato anche la vittoria.

Prestazione moscia per 80 minuti, i nostri sempre anticipati su passaggi imprecisi. Troppi i falli, inutili. Triste un dato, quello dei tiri in porta: 2. Ed effettivamente abbiamo creato molto poco, eccezion fatta per un clamoroso errore di Murilo che in avvio ha sparato altissimo.

Il gol subito è arrivato da calcio d'angolo, di testa, da parte di un giocatore (Tutino) che è 15 centimetri più basso di Dainelli e Di Gennaro.

Veramente male nel primo tempo, in cui ha giocato solo il Cosenza, che noi abbiamo atteso nella nostra trequarti.

La scossa l’hanno data i cambi di Lucarelli, molto azzeccati, soprattutto per quanto riguarda Diamanti (per Agazzi) e Giannetti (per Raicevic), non un granché invece Kozak (per Dainelli).

Giannetti si è finalmente riscattato con un bel colpo di testa su lancio di Luci, che ha trovato nell’assist l'unica cosa positiva della sua partita, deludente per quanto riguarda il gioco a centrocampo con tanti errori in fase di costruzione.

Diamanti ha provato anche un eurogol da metà campo sfiorando l'incrocio dei pali ma in generale è stato molto importante e ha dato una grossa mano per raggiungere il pareggio.

Risultato che ci può stare per quanto visto in campo perché anche se è vero che nel primo tempo loro hanno giocato meglio, sono mancati loro un po’ di pericolosità e cinismo.

Non un granché Murilo che ha avuto due ghiotte occasioni, ma non le ha sfruttate.

Agazzi e Porcino non pervenuti; speriamo bene per Mazzoni che ha accusato qualche dolorino nel primo tempo.

Comunque sia, per fortuna abbiamo portato a casa un punticino, anche se forse dalla partita di oggi, considerando che il Cosenza non è proprio una squadrone, potevamo richiederci di più.

Pietro Grassi

 

Photogallery


Risultati e classifica