La pagella di Gavorrano - Livorno

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Pulidori: per lui si ripete in qualche modo il copione dell'ultima partita, con due reti subite sostanzialmente senza responsabilità e pochissime opportunità per valorizzare la propria prestazione.  Dovrebbe chiudere per il momento la sua parentesi da titolare, con il ritorno tra i disponibili di Luca Mazzoni, e lo fa con grande onore. Voto 6 di stima

Pedrelli: dalla sua parte avviene la mezza frittata sulla rimessa laterale che origina il vantaggio maremmano, completata dall'altra mezza che lascia Moscati libero come l'aria in mezzo all'area, a due passi da Pulidori. Si dà da fare in spinta ma gioca una gara anonima. Voto 6 meno.

Pirrello: spende bene un giallo, fermando un possibile e pericoloso contropiede. Esce per evitare guai dopo un quarto d'ora della ripresa. Voto 6

Morelli (dal 15° st): Sottil lo mette centrale, e se la cava bene. Voto 6

 

Gasbarro: partita lineare, senza sbavature se si eccettua la latitanza sul colpo di testa di Moscati, peraltro condivisa con tutto il reparto. Voto 6

Franco: bella prova del terzino, sempre proiettato in avanti e mai in pausa. Voto 7

Bruno: vale due, come presenza fisica ed esempio. Ormai si è ritagliato un ruolo molto importante nel settore nevralgico. Voto 7

Luci: sempre in movimento, come una zanzara cingolata. Mette il sigillo sulla sua ottima gara raccogliendo l'appoggio bellissimo di Vantaggiato e infilando Salvalaggio. Voto 7.5

Doumbia: quando riesce a puntare bene l'uomo e raggiungere il fondo è devastante. Purtroppo gli avversari lo hanno misurato e gli fanno trovare raddoppi a dozzine, frenandone gli ardori. Dovrebbe anche puntare di più la porta, oggi lo ha fatto una volta e ha timbrato il palo. Comunque è sempre utilissimo. Voto 6.5

Maiorino: seconda doppietta consecutiva, con alternanza di piede e di modalità di esecuzione, condita da qualche passaggio illuminante. Altra roba per questo campionato. Voto 8

Perez (dal 18° st): mostra spirito di iniziativa, secondo Vantaggiato anche troppo quando prova un tiro velleitario ignorandone la posizione favorevole. Nell'azione precedente lo statunitense si era fatto intercettare l'appoggio verso il Toro. Succede ... Senza voto.

Valiani: moto perpetuo, come sempre. Poca precisione al tiro, se proprio vogliamo trovare il pelo nell'uovo, ma si fa valere. Voto 6.5

Marchi (dal 30° st): toh, chi si rivede. Non è la sua posizione di vocazione quella dietro le punte, infatti sta un po' più indietro a ramazzare palloni, e lo fa bene. Nessuno si senta escluso, ragazzo. Voto 6

Vantaggiato: apre la gara calciando al volo di fino il lancio prezioso di Maiorino, ma Salvalaggio fa il fenomeno.  Ha un altro paio di occasioni ghiotte, tra le quali quella in tap in che gli fa incrinare la traversa. La cosa più bella, un vero pezzo di bravura, la fa proteggendo la palla per un'eternità, aspettando l'arrivo di Luci e servendolo al bacio per la rete. Chiude il suo conto aperto col portiere segnando il 4-2, scaricando la rabbia. Troppo importante, il Toro. Voto 8

Sottil: tutti ad aspettare il calo degli amaranto, la deconcentrazione festaiola della squadra che si sente arrivata. Sbagliato, articolo inesistente. Vero che la difesa dormicchia sull'azione di rimessa laterale e serve il vantaggio rossoblu su un piatto d'argento, altrettanto vero che c'è poca cattiveria sulla respinta che Vitiello scaglia alle spalle di Pulidori, ma anche stavolta le palle goal fioccano e la partita è per larghi tratti dominata dal Livorno. La strada è ancora lunga ma è bellissima l'aria lassù. La guardano la classifica i ragazzi, altroché, ma non si deconcentrano per questo. Buon Natale! Voto 6.5

 

Ivano Pozzi

 

 

Photogallery