La pagella di Virtus Francavilla - Livorno

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Mazzoni: in una partita così particolare, in cui le condizioni ambientali giocavano un ruolo fondamentale, la concentrazione doveva fare la differenza. Luca lo dimostra allo scadere del primo tempo, nell'unica vera occasione che il Livorno concede agli avversari: riesce ad opporre il corpo al tiro ravvicinato di 'Nzola facendolo carambolare sulla traversa, poi si rialza con uno scatto da ventenne e blocca il tap-in di un altro avversario. Gestisce il possesso della palla nei rinvii al limite massimo della pazienza arbitrale. Perfetto. Voto 7.5

Toninelli: non ripete la prova maiuscola del turno precedente, stavolta lo spazio per le uscite era molto ridotto dalla pressione costante degli avversari. Nonostante questo fa il possibile per non farsi schiacciare. Voto 6 più

Borghese: ingaggia un gran duello tra corazzieri con 'Nzola, riuscendo a spuntarla quasi sempre e concedendo solo l'opportunità allo scadere del primo tempo. In questo unico caso, comunque, la responsabilità va condivisa con l'intero reparto. E' insostituibile. Voto 6.5

Gonnelli: sta crescendo, in attenzione e in fisicità. Voto 6 più.

Lambrughi: vale un po' il discorso fatto per Toninelli. Le fasce sono intasate e la pressione del Francavilla è forte e costante, ben sopportata dal livornese ad honorem. Voto 6 più.

 

Marchi: la scelta del tecnico di favorire i garretti e l'aggressività di Marchi viene premiata dalla sua prestazione generosa e concreta. Voto 6.5

Luci: ottimo filtro e interdizione, poco spazio alla fantasia e alla costruzione. Voto 6.5

Valiani: queste sono le sue partite, in cui l'esperienza  maturata negli anni dà lo spessore morale che serve. Non perde mai la bussola, anche se ci sono errori di misura nei passaggi (un po' per tutti, date le caratteristiche del terreno di gioco). Voto 6.5

Venitucci: si dà un gran daffare per non creare strappi tra centrocampo e attacco, anche se si sacrifica molto per aiutare la fase di contenimento. Prova difficile per lui , la supera molto bene. Voto 6.5

Franco (dal 18° st): scelta difensiva, che paga. Voto 6

Vantaggiato: l'aria di casa sembra stimolarlo a inizio gara, quando ha un paio di opportunità che purtroppo non concretizza. Non forza la prestazione, la strada (speriamo) è ancora lunga. Voto 6

Calil (dal 40° st): in pratica, solo per la statistica. Senza voto.

Maritato: fa molto movimento, dando qualche buon pallone ai compagni. Non è stata una partita in cui l'attacco ha brillato, ma era troppo importante superarla senza danni. Ci sarà tempo per le "bellurie". Voto 6

Foscarini: i playoff sono un altro sport. In questo sport le differenze di caratura tendono ad attenuarsi a causa del clima elettrico che si respira, dell'importanza accentuata del rissultato. Quando poi intervengono condizioni ambientali come quelle del campo, in cui la Virtus ha costruito il suo campionato-rivelazione, lo scenario è ancora più particolare. Ecco quindi partite come quella di oggi, in cui il Livorno soffre come è giusto che sia, mettendo un altro mattoncino alla costruzione del sogno. E chi se ne frega se il centrocampo spazzava, se si sono visti errori nei passaggi, se il flusso del gioco non incantava. Mercoledì sera completiamo l'opera, Firenze è bellissima. Voto 6.5

 

Ivano Pozzi

 

Photogallery