La pagella di Livorno - Renate

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Mazzoni: fa una sola parata vera e difficile, molto importante per il momento in cui avviene, quando esce sui piedi di un avversario chiudendogli lo specchio con la sua grande massa e respingendo la minaccia. Solita carica a molla di grinta. Voto 6 più.

Toninelli: sale quando può, ma nella parte centrale della partita ha il suo bel daffare in fase difensiva. Prestazione buona, in linea con il suo periodo. Voto 6 più

Borghese: grande rete, quella del definitivo vantaggio, frutto di uno stacco imbattibile. Ottimo lavoro istituzionale, forse un paio di palloni buttati che avrebbero meritato un po' più di cura. Voto 7

Gonnelli: obbligato al rientro dal primo minuto dalle contemporanee assenze di Gasbarro e benassi, mostra ancora un po' di ruggine quando perde una palla non difficilissima e lascia strada spalancata verso la porta ad un avversario. Per fortuna non succede nulla di grave. Giocando si libererà di queste scorie. Voto 6

Lambrughi: poco efficace in avanti, sbaglia per la fretta alcuni cross che non sembravano proibitivi. Si guadagna la giornata togliendo dalla linea di porta un pallone che aveva saltato il dispositivo amaranto, nel momento di scarsa competitività dei nostri nella ripresa. L'eventuale 2-2 avrebbe cambiato la situazione. Voto 6.5

 

Giandonato: gioca due partite diverse nelle due frazioni. La prima quasi scintillante, condita dai due palloni tagliati e maligni da cui scaturiscono le segnature del Livorno e fatta di ottima gestione della palla. La seconda da dimenticare, con il serbatoio delle energie e della lucidità che si esaurisce abbastanza presto, lasciando il reparto un po' sguarnito e dando campo libero agli avversari. Per giunta esce toccandosi la coscia, speriamo bene. Anche lui ha bisogno di giocare per tornare in palla. Voto 6 meno

Marchi (dal 24° st): tremendamente concreto, rimette in bolla il centrocampo amaranto e, complice anche un calo inevitabile della corsa frenetica dei lombardi, contribuisce a portare a casa il risultato. Voto 6 più

Luci: ragiona e corre, attivo e produttivo come sempre. Soffre un po' con Valiani, nel periodi di blackout di Giandonato. Voto 6.5

Valiani: copre la solita grande quantità di campo. Nella ripresa trova due o tre penetrazioni che avrebbero meritato miglior sorte, aprendo la difesa ospite come una mela. Voto 6.5

Venitucci: interpreta bene, una volta di più, il ruolo che Foscarini gli affida di libero battitore tra le linee. Ragiona bene, non spreca palloni e una o due volte ha la possibilità di battere a rete, senza fortuna. Voto 6 più

Calil (dal 36° st): stavolta il brasiliano non ha modo di mettersi troppo in luce. Senza voto.

Maritato: gioca una delle migliori partite da quando è arrivato. Goal a parte, segnato peraltro in modo vispo seguendo la mezza papera di Cincilla sul bel cross di Giandonato, fa un movimento continuo attorno a Vantaggiato, salta su duemila palloni prendendoli quasi sempre, dà grande consistenza al reparto. Esce stanco, giustamente le energie vanno centellinate in questa fase finale. Voto 7.5

Murilo (dal 18° st): il suo spezzone è consistente ma, purtroppo, c'è poco da segnalare. Senza voto.

Vantaggiato: ogni partita in più mette benzina nel serbatoio del Toro. Oggi non segna ma avrebbe potuto far segnare due volte Maritato, e il suo fare il centroboa mobile crea quello spazio che gli altri compagni possono sfruttare. Voto 6.5

Foscarini: la partita è andata esattamente come si poteva prevedere, con il Renate proteso a cercare la vittoria, con i sui avanti molto mobili e (almeno uno in particolare) poco digeribili per la nostra difesa per la loro velocità e imprevedibilità negli spazi stretti. La rete di Napoli arriva con un fraseggio nel breve molto veloce, che disorienta i nostri difensori. Il Livorno per buona parte della gara gioca come deve giocare, lasciando sfogare gli avversari e girando la palla. Nella parte centrale della gara questo ultimo precetto non viene seguito alla lettera, e quindi il Renate mette in difficoltà il Livorno che, in almeno due occasioni, si salva in extremis. Tuttavia la grinta e lo spirito di squadra sono dalla parte degli amaranto, e la partita la portiamo a casa. L'impressione è che, per arrivare veramente fino in fondo, occorra qualcosa in più che, almeno attualmente, il Livorno non ha. Comunque bravi tutti, e avanti con gli ottavi. Voto 6.5

 

Ivano Pozzi

 

Serie C News

Tutto Lega Pro

Photogallery