17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Baldi e Fieri 1915
Messaggi: 314
Iscritto il: 17/08/2015, 16:54

17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda Baldi e Fieri 1915 » 23/01/2016, 10:48

COMUNICATO UFFICIALE 17 FEBBRAIO 1915
Al termine di lunghe riflessioni e dibattiti interni al nostro gruppo ,dopo aver assistito ad una crescente e preoccupante apatia andata a circondare il nostro amato Livorno ,dopo gli ultimi periodi fatti di stenti sia di risultati della squadra che di partecipazione dei tifosi, dopo la continua repressione fatta di diffide indiscriminate per i motivi più vari, anche non legati all’ambito stadio, come gruppo 17 Febbraio 1915 siamo giunti, seppur con grande sofferenza , alla decisione di autosospenderci .
Qualcuno si chiederà perché siamo arrivati a tanto. La nostra risposta è che nel legame fra città, tifosi, dirigenza e squadra si è rotto qualcosa. Cosa in particolare? Si è rotto l’amore per il calcio. Si è spenta la passione, che è sempre stata uno dei valori aggiunti per il tifoso amaranto. Non c’è più l’entusiasmo nei confronti del nostro Livorno, non l’ha riacceso neanche l’aver vissuto nell’anno del centenario.
Oggi vediamo che sono venute a mancare quelle basi su cui, quattro anni fa, c’eravamo fatti sogni e speranze. E non ci basta , nonostante tutto questo, metterci la faccia, come in questi quattro anni abbiamo sempre fatto. Una presenza costante e continua, non solo fra le mura della Nord ma anche fra quelle cittadine, che ci è costata anche optare per l’away card, passando fra arresti, diffide e denunce. E migliaia e migliaia di chilometri con danni non indifferenti per le finanze personali e i propri fegati!!
Questo nostro gesto vuole quindi richiamare l’attenzione innanzitutto verso una città e i suoi abitanti che possono vantare una storia centenaria della propria squadra di calcio, fatta di decenni di gioie e dolori come pochi hanno potuto vivere e possono raccontare.
Verso una tifoseria che pur vivendo nell’apatia è apparsa divisa e frastornata anche nel contestare la presidenza della società, sia nelle modalità che nei fatti, nonché nel modo di vivere la curva e lo stadio.
Verso una società, e la sua presidenza in particolare, che sono anni ormai che vive di un modo di fare diventato nel tempo anche offensivo, nei confronti soprattutto proprio di questa città e dei tifosi della maglia amaranto. Tanto ormai da aver realmente superato ogni limite.
E verso un’amministrazione comunale alla quale chiediamo attenzione anche per lo stato in cui versa il nostro caro stadio Armando Picchi. Consapevoli che dalle pessime gestioni politiche precedenti hanno ereditato l’ennesima magagna, ora è comunque compito loro trovare una soluzione affinché lo stato di sicurezza non ne comprometta l’utilizzo per atleti e tifosi.
Per elaborare la scelta di autosospenderci e per arrivare a scrivere questi contenuti come 17 Febbraio 1915 ci siamo fatti un bell’esame di coscienza. Riteniamo che adesso sia il momento che questo esame di coscienza se lo facciano anche tutte le altre realtà che in un modo o nell’altro sono coinvolte in questa vicenda.
Quindi a partire dalla prossima partita casalinga non appenderemo più le nostre pezze e non saremo più fra i promotori del tifo organizzato. Al tempo stesso auspichiamo che questa forte presa di posizione risvegli l’orgoglio livornese, che come il passato ci ha insegnato più è unito più è forte.
spiritual
Messaggi: 2508
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: 17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda spiritual » 24/01/2016, 14:50

secondo me ineccepibile. Tanti li criticano, ma sono gli unici che si danno da fare per mantenere un briciolo di parvenza di tifo in uno stadio e una curva di zombie. Lo fanno anche se le cose vanno male (e vanno sempre male), quando invece gli altri (io per primo), non fanno altro che rumoreggiare e incazzarsi.
Questo per quanto riguarda il tifo.
Poi per i giocatori che non vogliono scendere in campo (l'albanese) o i guappini montati (Maicon) e altri ci vorrebbe un comportamento diverso. Ma non possiamo pretenderlo da loro. Perché dovrebbero?
Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 2239
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: 17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda piazzamagenta » 27/01/2016, 21:31

io invece qualcosa da eccepire ce l'avrei, ma lasciamo stare, si entrerebbe in un discorso infinito.
Baldi e Fieri 1915
Messaggi: 314
Iscritto il: 17/08/2015, 16:54

Re: 17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda Baldi e Fieri 1915 » 01/02/2016, 9:54

piazzamagenta ha scritto:io invece qualcosa da eccepire ce l'avrei, ma lasciamo stare, si entrerebbe in un discorso infinito.


esatto piazza !!!
etruria
Messaggi: 691
Iscritto il: 02/09/2015, 18:21
Località: di 'ampagna

Re: 17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda etruria » 01/02/2016, 15:37

Non si è capito granché..
Atto forte verso la città?polemica con i più vecchi di curva?presa di coscienza interna? Boh..

Poi sin quando in casa si sbatteranno loro e basta
E
In trasferta, come gruppo intendo, andranno solo loro
A livello ultras avranno sempre piu' ragione degli altri.
AMARANTO ETERNO FASCINO

REPUBBLICA SOCIALISTA TOSCANA

TE LO DI'O AVANTI,SE UN ISTAI ATTENTO TI PRENDO A PEDATONI SUR GROPPONE:HAI 'NTESO?
spiritual
Messaggi: 2508
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: 17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda spiritual » 01/02/2016, 21:19

la penso esattamente come te, Etruria.
Quello che vorremmo o che potrebbe essere sicuramente è meglio di quello che abbiamo, ma quello che abbiamo è meglio di nulla. E il nulla a me personalmente fa di molto ma di molto male.
Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 2239
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: 17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda piazzamagenta » 01/02/2016, 23:28

per come la vedo io eh:
1- hanno sbagliato i tempi; la passione sono anni che non c'è più, suona male fare festa nel peggior momento della squadra da 17 anni a questa parte.
2- l'away card l'hanno voluta fare loro, scelta che non ho mai condiviso ma che ho rispettato; non mi puoi mettere il discorso come se tu l'avessi fatta non per scelta tua.
3- i numeri erano quelli e sono sempre stati ai minimi storici, tanto che ci si interrogava se fosse il caso di proseguire su una linea che per molti era morta e sepolta, con il mondo ultras in generale che era finito.
4- il discorso sulle trasferte, sulle migliaia di km, sui vaini spesi e sulle denunce e diffide non sta in piedi; purtroppo se vuoi fare l'ultras, specie oggi, questo lo metti in conto; c'è chi c'è passato quando loro erano ancora piccini o neanche nati, se pensi che il mondo è cambiato, vedi il punto 3.
5- la contestazione a Spinelli...di solito chi guida la curva prende una direzione e la segue; ad un tratto, specie ultimamente, sembrava che lo volessero contestare in diversi, tranne loro; e anche questa non la puoi mettere come causa della sospensione, visto che rinneghi quello che (non) hai fatto.

per il resto hanno ragione e meglio loro che c'hanno provato che tanti altri che ormai del Livorno se ne fottono o se ne sono sempre sbattuti.
e molto meglio avere loro che avere il nulla.
e speriamo che davvero si smuova qualcosa.
etruria
Messaggi: 691
Iscritto il: 02/09/2015, 18:21
Località: di 'ampagna

Re: 17 Febbraio 1915 Comunicato Autosospensione del tifo organizzato

Messaggioda etruria » 02/02/2016, 15:42

La ripresa del tifo in curva,
Ultima parte di campionato
Nell'anno della scomparsa del povero Morosini,
Vide la presenza di tante facce note e mature
E partiva dalla volonta' di coinvolgere nuovamente la città..
Il 17 febbraio è invece gruppo nuovo
Con un suo stile definito(lo stile mi piace devo dire..)
Che ha mirato sopratutto a caratterizzarsi
Cercando meno adesioni o sostenitori..un gruppo
Che doveva crescere ancora e invece si trovava
(Non avendo gruppi storici o solidi accanto)
Con la grande responsabilità di guidare la curva


Per gli striscioni contro la società
Si sono sentiti e visti scavalcati da altri
E non hanno gradito..

Dal comunicato comunque sembra di leggere
La volontà di rilanciare più che mollare
Magari mettendo qualche paletto.
Senza di loro non c'è nulla
Quindi viva il 17 febbraio

Non siamo nell'epoca achilli
Sparita la fame di calcio,
Fatta piazza pulita dei gruppi e gruppetti di qyartiere
Che sono sempre stati, assieme alle sezioni,
Il cardine e la continuità di curve come pisa
Loro hanno il deserto intorno..
AMARANTO ETERNO FASCINO

REPUBBLICA SOCIALISTA TOSCANA

TE LO DI'O AVANTI,SE UN ISTAI ATTENTO TI PRENDO A PEDATONI SUR GROPPONE:HAI 'NTESO?

Torna a “Comunicati”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti