unione europea cos'è

Davide72
Messaggi: 1982
Iscritto il: 13/07/2017, 10:17

Re: unione europea cos'è

Messaggioda Davide72 » 25/03/2020, 18:35

Fides ha scritto:OGGI, UN QUALCHE MINISTRO TEDESCO HA OSSERVATO QUESTO:

COME E' POSSIBILE CHE L'ITALIA RICEVA AIUTI DALLA CINA, DALLA RUSSIA E CUBA E NON
DALL'EUROPA, CHE SAREBBE LA COSA PIU' NORMALE

evidentemente c'è qualcosa che non quadra e se ne rendono conto anche loro!

Certo che non quadra, se ne accorgono adesso?
Per quanto riguarda gli aiuti dalla Cina pensiamo agli ultimi accordi fatti, la Via della seta e i 5G.
ateo
Messaggi: 1596
Iscritto il: 01/03/2018, 18:29

Re: unione europea cos'è

Messaggioda ateo » 25/03/2020, 23:47

Fides ha scritto:OGGI, UN QUALCHE MINISTRO TEDESCO HA OSSERVATO QUESTO:

COME E' POSSIBILE CHE L'ITALIA RICEVA AIUTI DALLA CINA, DALLA RUSSIA E CUBA E NON
DALL'EUROPA, CHE SAREBBE LA COSA PIU' NORMALE

evidentemente c'è qualcosa che non quadra e se ne rendono conto anche loro!


La cosa più evidente che quadra è che le big 3 non riscuotono le"simpatie"degli usa per ben ,seppur diverse,note ragioni....
DOVE FINISCE LA CONOSCENZA ,INIZIA LA RELIGIONE
Avatar utente
BALDOeFIERO
Messaggi: 558
Iscritto il: 15/11/2017, 23:32

Re: unione europea cos'è

Messaggioda BALDOeFIERO » 26/03/2020, 1:24

Io penso che uscì dall’euro sia rischioso quasi come restarci. Se esci devi fà i ‘onti con quello che spirit, ateo e altri hanno spiegato (inflazione, speculazione) ma hai il pieno controllo dei ‘onti in casa. Se ci rimani devi scozzà più o meno con le stesse ‘ose (deflazione, speculazione) delle quali però non hai ir controllo perché “ti copre” l’UE. Ar dilà di ‘osa è giusto o sballiato io sarei per il primo ‘aso. Dimorti di più però so per ir seondo e quindi siamo vi a ragionà se è giusto o meno ma già ir parlarne vor dì che tanto bene un si sta.

Ci so due problemi grossi, prima dell’euro, seondo me invece.

1) I vaini oggi ce l’hanno in quattro: USA, Cina (amica della Russia che è con le pezze ar culo), Germania e “mondo arabo der petrolio” (sauditi, emiratini, iraniani). Uscì dall’euro signifia esclude la Germania. Quindi con chi vai? Con quelli che privatizzano anche le caate (USA)? Con quelli che statalizzano ma ti ‘ontrollano anche mentre vai ar cesso (Cina)? O con quelli che taglierebbero le mani alla tu’ mollie se guarda un artr’omo in nome di Allah (mondo arabo)? Ammesso anche tu ce la facessi economiamente per chissà quale motivo, va a finì che quarcuno t’invade (anzi, t’hanno già invaso gli USA) perché siamo tre caate rispetto alle grandi potenze ma siamo anche in una posizione strategia geografiamente e diplomatiamente. Solo un larghissimo consenso popolare e una coscienza di popolo (per non dire di classe...) mai esistita potrebbero risolvere il problema. Il rischio è elevatissimo e il successo per nulla assicurato.

2) Questa UE è fatta da burocrati e non da politici. Questo significa che il rigore prevale sur sociale. E poi ai vari presidenti degli stati membri ni tocca andà a giustifià in casa che bisogna fà così perché bla bla l’UE e sennò lo spread vola. E infatti nei vari stati un si fa politia si fa propaganda per sta lì a riscote i vaini pubblici come fosse un mestiere qualunque perché di fatto un decidono un cazzo di nulla. Questa mancanza d’attenzione verso il benessere “mentale” delle persone sarà la rovina dell’UE stessa. Perché ora voglio vedé come ce la tengono la gente in casa (in tutta europa no in italia) mentre questa perde il lavoro, gli affetti, ir tempo libero, i vizi, ir futuro dei fillioli. Voglio vedé come gestiranno il mondo di domani dove la scarsa socialità tra le persone sarà la regola, nessuno escluso, armeno finché un si trova ir vaccino. Vollio vedé cosa ci fanno col loro rigore. Militarizzano tutto? O un si doveva sta tranquilli con l’UE? Per risolvere questo problema bisogna che l’europa diventi l’europa.


Sul punto 1, ovviamente, prima di noi se ne so accorti loro coi vaini. Ed ecco lo (gli) sbarco USA, i dottori cinesi coi militarini russi e i dottorini cubani. L’arabi un ci possano venì perché non mi risulta siano dei luminari ner campo della sanità.
Ner mentre ir governo - appena i nostri EROI DELLA SANITA’ n’hanno risolto ir problema - con un tempismo perfetto (al 2° giorno di inversione del trend dei contagi) ha ricominciato a farsi i ‘azzi sua: da penale ad amministrativo - uguale da costi a ricavi - riunioni in parlamento a parlà der nulla, misure restrittive con modalità confusionarie.

Io so di una generazione che è nata con la caduta der muro di Berlino, che è stata educata a fà una vita che un esiste più, che è stata spellata da due crisi economie e forse una terza in seguito a questa pandemia. In 34 anni che so ar mondo un ho visto artro che andà le ‘ose peggio. E se piove di ver che tona continuerà a andà così per ora.

A questo punto mi (ri)chiedo ... o un sarebbe meglio fa un ber casino per i diritti di TUTTI come hanno provato a fà i nostri padri/nonni che però poi ortre ai tanti bassi hanno visto anche varche arto? Perché qui a forza d’aspettà che l’europa diventi l’europa ci dovento vecchio.
DA SEMPRE, CON LA PIOGGIA E CON IL SOLE: SPINELLI LAIDO
spiritual
Messaggi: 2903
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: unione europea cos'è

Messaggioda spiritual » 26/03/2020, 2:21

Baldo
stavo andando a letto, ma ho voluto vedere il tuo messaggio con il quale concordo quasi pienamente su tutto.
Il finale però è sì da applausi (e applaudo anch'io per primo), ma irrealistico.
Chi ti viene dietro? Sei nato 34 anni fa e non hai conosciuto un vero movimento giovanile di massa come quello alla fine degli anni sessanta che è sceso compatto in piazza per cambiare il mondo. Non ci è riuscito politicamente, anche perché con una guerra fredda in corso non era possibile. La massa grigia, anche con ragione, non l'avrebbe permesso, ma a livello culturale il mondo di prima è stato cambiato ed è stato quel passo in avanti gigantesco di cui anche la tua generazione sta godendone i frutti.
Ma oggi, realisticamente non è più possibile. Spiace dirlo e sicuramente non è indirizzato a te che sei calato pienamente nell'impegno socio politico, si capisce da ogni tuo messaggio, ma la gran parte di quei giovani che la mia generazione e quella di mia figlia, tra poco, ha allevato e fatto crescere in modo troppo consumistico ora vogliono altre cose che la libertà di espressione, quella sessuale, quella dei costumi, ecc. come all'epoca. Ora chiedono solo di mantenere questo stato di benessere che li porta in gran parte delle loro scelte e dei loro comportamenti a sostenere questo modello di società dei consumi.
Se facessero la rivoluzione, perché vedono che stanno perdendo quello che hanno, sarebbe una rivoluzione di destra, sovranista o fascista che sia.
Te lo assicuro, compagno, e non c'è nessun compiacimento in questa mia sicurezza, te lo assicuro.
Avatar utente
BALDOeFIERO
Messaggi: 558
Iscritto il: 15/11/2017, 23:32

Re: unione europea cos'è

Messaggioda BALDOeFIERO » 26/03/2020, 13:02

spiritual ha scritto:Baldo
stavo andando a letto, ma ho voluto vedere il tuo messaggio con il quale concordo quasi pienamente su tutto.
Il finale però è sì da applausi (e applaudo anch'io per primo), ma irrealistico.
Chi ti viene dietro? Sei nato 34 anni fa e non hai conosciuto un vero movimento giovanile di massa come quello alla fine degli anni sessanta che è sceso compatto in piazza per cambiare il mondo. Non ci è riuscito politicamente, anche perché con una guerra fredda in corso non era possibile. La massa grigia, anche con ragione, non l'avrebbe permesso, ma a livello culturale il mondo di prima è stato cambiato ed è stato quel passo in avanti gigantesco di cui anche la tua generazione sta godendone i frutti.
Ma oggi, realisticamente non è più possibile. Spiace dirlo e sicuramente non è indirizzato a te che sei calato pienamente nell'impegno socio politico, si capisce da ogni tuo messaggio, ma la gran parte di quei giovani che la mia generazione e quella di mia figlia, tra poco, ha allevato e fatto crescere in modo troppo consumistico ora vogliono altre cose che la libertà di espressione, quella sessuale, quella dei costumi, ecc. come all'epoca. Ora chiedono solo di mantenere questo stato di benessere che li porta in gran parte delle loro scelte e dei loro comportamenti a sostenere questo modello di società dei consumi.
Se facessero la rivoluzione, perché vedono che stanno perdendo quello che hanno, sarebbe una rivoluzione di destra, sovranista o fascista che sia
.
Te lo assicuro, compagno, e non c'è nessun compiacimento in questa mia sicurezza, te lo assicuro.


Spirit
Il concetto che hai espresso, evidenziato sopra, l’ho realizzato mentre scrivevo il post precedente. Purtroppo hai ragione al 3000%. Il “comunismo” di 100 anni fa è oggi il populismo/sovranismo. I “sessantottini” di oggi sono i populisti/sovranisti. Possiamo sperare tutti nel sol dell’avvenire ma la realtà dei fatti è che l’unico casino ad oggi generabile è la “guerra tra poveri” e non la “guerra dei poveri”. E non solo la guerra capitalista/consumista, ma quella nazional-individualista che è molto molto peggio di quella nazional-socialista.

Il mio finale era anche un po’ provocatorio, penso di aver ben chiaro che ir gran casino dei nostri padri/nonni dipendeva dal periodo storico e culturale dell’epoca, così come sarà oggi solo che si pende un po’ (tanto) dalla parte sballiata.

A cercare di vederla positiva, questa è l’occasione per la mia generazione di “prendere in mano” la situazione. Ora è questa generazione che dovrà diventare classe dirigente e spero saremo in grado di farlo nel migliore dei modi perché - ancora, concordo - il nemico non è più la destra di Hitler, Franco, Mussolini ma sarà presto ir populismo di Salvini, Le Pen, Orban, Bolsonaro e der budello di su ma che a doventà peggio di velli prima è un attimo.

Un abbraccio, compagno!
DA SEMPRE, CON LA PIOGGIA E CON IL SOLE: SPINELLI LAIDO
ateo
Messaggi: 1596
Iscritto il: 01/03/2018, 18:29

Re: unione europea cos'è

Messaggioda ateo » 26/03/2020, 14:40

Baldo,con il tuo scrivere hai confermato cio che pensavo di TE
Mi ero dimenticato degli anni che hai,quindi da nonno....quasi...mi complimento per il tuo saper alzare la asticella della mia scarsa fiducia nelle nuove generazioni.
Mi ero preparato una lunga risposta al tuo precedente post,ma poi l onnipresente e saggio Spirit ed alcuni tuoi postumi chiarimenti hanno eluso ennesime mie lungaggini
Controbatto solo 2 tue affermazioni:
1) spero che il termine dottorini attribuito agli eroici medici cubani sia dovuto a mera tua dimenticanza
2)si è vero gli arabi nella sanità ecc ecc....,ma ti ricordo che i numeri l' hanno inventati loro con culture molto più evolute delle ns...al tempo ovviamente
Dal momento che 3 compagni sono meglio di 2 pure io mi unisco all' abbraccio tra compagni
PS
i numeri 2 e 3 sono gratuitamente offerti dalla s/c togata cultura
DOVE FINISCE LA CONOSCENZA ,INIZIA LA RELIGIONE
Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 3020
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: unione europea cos'è

Messaggioda piazzamagenta » 26/03/2020, 15:11

mettiamo comunque a fuoco un punto fondamentale che fin qui se non sbaglio un ha fatto nessuno: il benessere.
giustamente questo virus per i problemi che darà, è stato paragonato alla seconda guerra mondiale, ma non si deve fà l'errore di paragonà la società di oggi con quella di allora.
l'Europa, la tanto bistrattata Europa, ha certamente delle falle enormi, ma il fatto di essere nell'occhio del ciclone in quanto italiani, ci fa perdere di vista l'obiettività.
quando successe della Grecia, per una cosa infinitesimale rispetto a questo, gli andarono tutti nel culo, noi compresi (un ve lo ri'ordate i discorsi der tipo: perchè io devo dà i vaini per i greci?).
il benessere è la chiave, perchè esse povero oggi in Europa un è lo stesso che esse povero in Burkina Faso, perchè i diritti che ci s'hanno non sono quelli dei cinesi, perchè le libertà nostre non sono quelle dei russi o dei coreani.
se'ondo voi come mai è pieno di sovranisti?
se'ondo voi è un caso che riesci a combatte grazie a figure come medici, infermieri, volontari?
la solidarietà non si accende e si spegne a piacere, o ce l'hai o non ce l'hai.
e quando ir più povero in Italia c'ha comunque un cellulare che costa almeno 150 euro attaccato a internet 24 ore su 24, vai tranquillo che pensà ognuno ai cazzi sua, è più facile.
la politica è pessima, ma è un microcosmo della società.
facciamoci tutti un bell'esame di coscienza.
spiritual
Messaggi: 2903
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: unione europea cos'è

Messaggioda spiritual » 26/03/2020, 16:58

Piazza
purtroppo concordo con te. Dico purtroppo solo perché l'analisi impietosa che fai è estremamente vera. Anch'io ho espresso concetti molto simili negli ultimi messaggi e ne vorrei ripetere uno:
dobbiamo abituarci all'idea di aver raggiunto il picco (sic)... del benessere, che negli anni a venire l'occidente subirà sempre più l'erosione dei propri mercati da parte del resto del mondo che sta emergendo un po' dappertutto. Questo a prescindere dalle conseguenze del virus che può accelerare il processo e favorire in modo eclatante quello o quell'altro.
In occidente dovremmo prendere coscienza di questo processo e anziché favorire politiche sovraniste, nazionaliste, che sicuramente trarranno vantaggio dalla situazione, far nascere un movimento popolare con orientamento progressista che, non potendo impedire l'inevitabile DIMINUZIONE DEL PROCESSO LO RALLENTI con un MAGGIORE LIVELLAMENTO SOCIALE, una riduzione del divario tra ricchi e poveri.
Sarò duro, ma non capisco perché se i RICCHI sono POCHI, e quelli che VIVONO MODESTAMENTE sono TANTI quando si va a votare vincano quasi sempre i primi e quando perdono lo fanno con il rotto della cuffia e gli altri, troppo eterogenei e divisi tra loro, non possono governare.
FABER EST SUAE QUISQUE FORTUNAE.
Avatar utente
BALDOeFIERO
Messaggi: 558
Iscritto il: 15/11/2017, 23:32

Re: unione europea cos'è

Messaggioda BALDOeFIERO » 26/03/2020, 20:10

ateo
La parola "dottorini" non voleva essere assolutamente dispregiativa. La stima che ho per Cuba, la cui sanità è notoriamente una delle migliori al mondo, è immensa. Li invidio per mille 'ose: dar clima, alla storia rivoluzionaria, al loro imperterrito antangonismo con gli USA. Loro si che son BALDIeFIERI!!! Ir diminutivo per loro e i russi era per metterli su un altro piano - numeriamente - rispetto alla grande Cina. Chiedo scusa per la superficialità e per tutti i chiarimenti che devo dare mi rendo conto che mi esprimo come un cane nonostante la mia evidente mancanza di capacità di sintesi di cui vado comunque FIERO.
Sugli arabi, premetto che per me si dividono in due: velli der petrolio e velli no. Velli der petrolio (sauditi, emiratini, iraniani) non meritano ir mio rispetto per motivi economici e religiosi (loro si che lo usano come oppio der popolo). Vell'artri il mio rispetto lo meritano eccome (su tutti, i palestinesi) perché so sempre stati messi di mezzo ed etichettati come alleati o terroristi dalle grandi potenze alla bisogna. Solo per questo lo meritano in qualità di popoli oppressi. Quello che volevo dire, in questo caso, è che loro non verranno mai in italia FISIAMENTE per dare supporto sanitario o logistio. Ar massimo li vedi arrivà con le fie per fà l'affari (ma alla fine) come hai sottolineato te facendo riferimento ai loro numeri.


piazzamagenta ha scritto:la solidarietà non si accende e si spegne a piacere, o ce l'hai o non ce l'hai.

La prima frase è una gran verità che hai espresso in modo perfetto e posso assiurà che per quello che t'ho conosciuto io la porti avanti coerentemente e senza che nessuno te lo chieda. Me l'hai dimostrato personalmente più di una volta. Un si tratta di pacche sulle spalle o d'esse gentili, si tratta d'avé quell'indole che ti fa partì in quarta quando sai di poté da una mano, di finì male perché lascià qualcuno indietro ti fa sentì uno stronzolo vivente solo a pensarci, di non prestà attenzione se chi aiuti è ganzo, antipatio, bello o brutto. Si vede lontano un miglio chi ce l'ha e chi no. E spesso può anche un esse piacevole averla quell'indole. Ma, ti riquoto, o ce l'hai o non ce l'hai. Con un mio amio dicevo sempre: "Lo sai perché io e te un si potrebbe mai aprì in proprio? Perché con tutto vello che si regalerebbe / offrirebbe si morirebbe di fame noi. Un'è proprio la stessa 'osa ma spero renda un po' ir concetto che volevo esprime.



spiritual ha scritto:Sarò duro, ma non capisco perché se i RICCHI sono POCHI, e quelli che VIVONO MODESTAMENTE sono TANTI quando si va a votare vincano quasi sempre i primi e quando perdono lo fanno con il rotto della cuffia e gli altri, troppo eterogenei e divisi tra loro, non possono governare.

La mia idea è che tra quelli che vivono modestamente quasi tutti ambiscono a far parte di vella cerchia ristretta che pubbliamente bistrattano solo per invidia. Il risultato è che poi arriva ir Berlusconi di turno che si presenta come ir popolo vorrebbe esse (pieno di vaini, fie e con la squadra di pallone forte) e la gente ci casca perché per un attimo pensa di poté diventà come lui o simile a lui.
E lo sai perché io, te, piazza, ateo e tanti altri ir Berlusconi di turno un s'è votato? Perché ci importa una sega di ver modello di vita e non certo per invidia ma per indole. O ce l'hai o non ce l'hai.

Un abbraccio compagni VERI.
DA SEMPRE, CON LA PIOGGIA E CON IL SOLE: SPINELLI LAIDO
Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 3020
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: unione europea cos'è

Messaggioda piazzamagenta » 26/03/2020, 21:02

Baldo, ti ringrazio delle belle parole.
però il merito non è mio, si tratta in primis di valori che mi hanno insegnato i miei cari, soprattutto coloro che non ci sono più (in primis il mi' babbo, che è stata la persona più onesta, altruista e umile che abbia mai conosciuto in vita mia) e anche dell'ambienti e della gente che ho frequentato, perchè quando sei in buona compagnia, sei meglio anche te come persona.

detto vesto e tornando al punto, Conte mi sta facendo rimangià tutto quello che ho pensato di lui fino a quest'estate inoltrata:
https://www.repubblica.it/economia/2020 ... 1-S1.12-T1

son con lui tutta la vita, è l'ora che si capisca che l'Europa ha un senso se si esce da questo sovranismo d'accatto, altrimenti ognuno per sè e Dio per tutti...ma per davvero è, così poi ce lo vengono a spiegà l'austriaci, l'olandesi, gli scandinavi, l'ungheresi, i cechi, anche i tedeschi e compagnia cantante dove cazzo vanno senza di noi; perchè come avevo già scritto, è vero che noi senza l'Europa siamo un cazzo, ma anche l'Europa senza l'Italia conta po'o po'o.
non è questo il momento di pensà ognuno al su' orticello, negli anni passati era giusto pagà per i nostri errori, ora ci devono aiutà e basta, anche perchè comunque alle regole ci siamo sempre stati.

Torna a “Off topic”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti