Filippini e la badante...o viceversa?

Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 2681
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda piazzamagenta » 26/11/2019, 18:39

Piazzale Montello ha scritto:Se ci fa bene pensare che s'è perso 9 partite per errori di disposizione tattica e di scelta tecnica pensiamolo pure. È un gruppo senza palle, fragile e vulnerabile sul piano psicologico e NESSUN allenatore può fare miracoli su questo piano. Meno che mai un sergente Hartman del caso. Altrimenti si fa come Salvini, che pensa a soluzioni semplici per problemi complessi. Se vogliamo fare una percentuale gli errori di Breda hanno influito al massimo per un 10% sui risultati. Vogliamo rivedere le reti subite? E quelle che ci siamo divorati? La verità è che gli errori più grossi sono stati fatti a monte, quando chi ha fatto la campagna acquisti non ha tenuto conto degli aspetti caratteriali dei ragazzi che venivano. E, certamente, Breda ha sbagliato ad avallare certe scelte. Tuttavia, lo ripeto, non strappiamoci le vesti se rimane Breda e speriamo nella dea Eupalla.


io non penso che s'è perso 9 partite per gli errori tattici e di scelta di gio'atori di Breda, ma è lampante che in più di un'occasione Breda abbia sbagliato formazione e l'inisistenza su Raicevic è masochismo allo stato puro.
non c'è stata una trasferta in cui mi sia trovato d'accordo con lo schieramento iniziale, tranne guarda caso a Cosenza e guarda un po' anche lì non avrei messo Raicevic, che un so se ti ricordi si mangiò 2 gol in mezzo minuto sull'1-0.

il gruppo fragile e senza palle è lo stesso che con lo stesso allenatore è riuscito a salvarsi direttamente, anche con un po' di culo che non guasta mai.
mancano solo due pezzi, Valiani e Diamanti, che volenti o nolenti non sono stati confermati; su Diamanti specialmente si sa come la pensava l'allenatore.
di solito, con un gruppo ben collaudato, le cose vanno a migliorare, oltretutto pensando che comunque i tre nuovi, Marsura, Marras e Del Prato, sono i migliori per distacco in questo scorcio di stagione.

fra Breda e il sergente Hartman ci sono almeno mille sfumature ner mezzo; se nessun allenatore ci può fare nulla, al tempo stesso non si spiega come possa avè fatto lo stesso Breda a farci salvà l'anno scorso, coi soliti gio'atori che c'aveva Lucarelli e con un mercato di gennaio roba da rigozzo.

in tutte queste considerazioni, ci metto anche che Breda ha sempre fatto bene da subentrante, molto meno partendo dall'inizio.

detto questo, ora si pole ragionà anche della gestione delle cose: io a memoria non mi ricordo una buffonata come quella di mettere un altro allenatore al posto di vello che c'era prima, senza esonerarlo; essendo una novità, non c'abbiamo la riprova, ma credo che al posto nostro, altre tifoserie non l'avrebbero presa come si sta facendo noi, cioè come se fosse una cosa del tutto normale.
potevo capì se Spinelli diceva "Breda finisce la stagione, punto e basta", ma così sinceramente mi sfugge la logica.

e concludo: se tenè Breda poteva esse argomento di discussione perchè le attenuanti non si negano a nessuno, a fà così ci s'è guadagnato? ti sembra che con questa manfrina la situazione sia migliorata?
sperare non costa nulla, ma anche nelle scommesse c'è differenza fra sperà di vince puntando sul rosso o sull nero alla roulette e sperà di vince la lotteria con un biglietto.
Piazzale Montello
Messaggi: 154
Iscritto il: 09/07/2019, 10:02

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda Piazzale Montello » 26/11/2019, 19:11

piazzamagenta ha scritto:
Piazzale Montello ha scritto:Se ci fa bene pensare che s'è perso 9 partite per errori di disposizione tattica e di scelta tecnica pensiamolo pure. È un gruppo senza palle, fragile e vulnerabile sul piano psicologico e NESSUN allenatore può fare miracoli su questo piano. Meno che mai un sergente Hartman del caso. Altrimenti si fa come Salvini, che pensa a soluzioni semplici per problemi complessi. Se vogliamo fare una percentuale gli errori di Breda hanno influito al massimo per un 10% sui risultati. Vogliamo rivedere le reti subite? E quelle che ci siamo divorati? La verità è che gli errori più grossi sono stati fatti a monte, quando chi ha fatto la campagna acquisti non ha tenuto conto degli aspetti caratteriali dei ragazzi che venivano. E, certamente, Breda ha sbagliato ad avallare certe scelte. Tuttavia, lo ripeto, non strappiamoci le vesti se rimane Breda e speriamo nella dea Eupalla.


io non penso che s'è perso 9 partite per gli errori tattici e di scelta di gio'atori di Breda, ma è lampante che in più di un'occasione Breda abbia sbagliato formazione e l'inisistenza su Raicevic è masochismo allo stato puro.
non c'è stata una trasferta in cui mi sia trovato d'accordo con lo schieramento iniziale, tranne guarda caso a Cosenza e guarda un po' anche lì non avrei messo Raicevic, che un so se ti ricordi si mangiò 2 gol in mezzo minuto sull'1-0.

il gruppo fragile e senza palle è lo stesso che con lo stesso allenatore è riuscito a salvarsi direttamente, anche con un po' di culo che non guasta mai.
mancano solo due pezzi, Valiani e Diamanti, che volenti o nolenti non sono stati confermati; su Diamanti specialmente si sa come la pensava l'allenatore.
di solito, con un gruppo ben collaudato, le cose vanno a migliorare, oltretutto pensando che comunque i tre nuovi, Marsura, Marras e Del Prato, sono i migliori per distacco in questo scorcio di stagione.

fra Breda e il sergente Hartman ci sono almeno mille sfumature ner mezzo; se nessun allenatore ci può fare nulla, al tempo stesso non si spiega come possa avè fatto lo stesso Breda a farci salvà l'anno scorso, coi soliti gio'atori che c'aveva Lucarelli e con un mercato di gennaio roba da rigozzo.

in tutte queste considerazioni, ci metto anche che Breda ha sempre fatto bene da subentrante, molto meno partendo dall'inizio.

detto questo, ora si pole ragionà anche della gestione delle cose: io a memoria non mi ricordo una buffonata come quella di mettere un altro allenatore al posto di vello che c'era prima, senza esonerarlo; essendo una novità, non c'abbiamo la riprova, ma credo che al posto nostro, altre tifoserie non l'avrebbero presa come si sta facendo noi, cioè come se fosse una cosa del tutto normale.
potevo capì se Spinelli diceva "Breda finisce la stagione, punto e basta", ma così sinceramente mi sfugge la logica.

e concludo: se tenè Breda poteva esse argomento di discussione perchè le attenuanti non si negano a nessuno, a fà così ci s'è guadagnato? ti sembra che con questa manfrina la situazione sia migliorata?
sperare non costa nulla, ma anche nelle scommesse c'è differenza fra sperà di vince puntando sul rosso o sull nero alla roulette e sperà di vince la lotteria con un biglietto.


L'anno scorso con Lucarelli non si giocava. Subivamo come i briài... ricordo le partite col Lecce e con lo Spezia, ma l'elenco sarebbe più lungo. Con Breda la squadra ha cominciato a giocare a calcio. Quest'anno abbiamo perso o pareggiato (Cosenza) partite dominate. A Venezia e col Trapani nonostante ampi periodi di gioco irritanti non meritavamo di perdere. Prendiamo lo schieramento iniziale di Venezia: è vero che regalavi due uomini nel mezzo, ma se correvi, come non hai fatto, avresti imposto il TUO gioco sulle fasce come hai cominciato a fare nel secondo tempo. Ci sono moltissime partite in cui si fronteggiano il rombo e il 4-2-4: chi corre di più e leva la palla dalla zona dove l'avversario è in superiorità prende in mano la partita. Questa è tattica. In quella partita i nostri ragazzi si nascondevano, avevano paura: Zuculini e Aramu tenevano un possesso incredibile perché noi non esistevamo sul piano dinamico. Secondo me Breda non li ha detto "fateli giocare", anzi li avrà detto "voglio vedervi correre su tutte le palle, levate quella cazzo di palla dalla zona centrale del campo e aprite sulle fasce, accorciate e correte". Ma loro non l'hanno fatto, perché avevano paura, erano e sono bloccati psicologicamente.

Detto questo, sono anche ampiamente d'accordo su molte cose che dici, sulla buffonata del badante e sugli Spinelli. E forse l'esonero di Breda sarebbe anche stato meglio... dico solo che non mi facevo illusioni sulla possibilità che il cambio di allenatore potesse cambiare la situazione e quindi oggi non mi strappo le vesti. :D
Avatar utente
Puccio Sterza
Messaggi: 416
Iscritto il: 27/08/2015, 20:32

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda Puccio Sterza » 26/11/2019, 19:20

http://www.livornotoday.it/sport/livorn ... nelli.html

Livorno, Spinelli: "Breda-Filippini una mia decisione. E a gennaio ci rinforzeremo"
La scelta del presidente amaranto: "Serviva un leader e Antonio lo conosciamo tutti. L'impegno c'è, ma dobbiamo darci una svegliata. Il mercato? Prenderemo un attaccante che fa gol e un portiere"

23 novembre 2019
Ha scelto di testa sua. Come sempre, del resto, quando ci sono da prendere decisioni importanti. Perché Aldo Spinelli, da 20 anni presidente del Livorno, può dirsi stanco quanto vuole, delegare al figlio Roberto e ai vari collaboratori la gestione della società, ma al momento di assumersi le responsabilità non si tira certo indietro. Lo ha fatto anche questa volta, in controtendenza al parere dei più, confermando Roberto Breda sulla panchina del Livorno e affiancandogli Antonio Filippini, ex centrocampista di grande temperamento, quattro stagioni in amaranto e, secondo il pres, l'uomo giusto per tirare fuori grinta e orgoglio da un gruppo di giocatori validi ma con poco carattere. "Sono convinto che sia la scelta giusta, Antonio ha grande personalità - attacca Spinelli appena risponde al telefono -. Il nostro allenatore è molto bravo, ma è il momento di darsi una svegliata. E, come lui, devono farlo anche i giocatori".

Presidente, può spiegarci perché ha confermato Breda decidendo di affiancargli comunque Filippini?

"Ho deciso tutto io, la conferma di Breda e l'arrivo di Filippini. È stata una scelta personale perché davanti alle responsabilità non mi tiro mai indietro. Sono molto soddisfatto di questa soluzione: il nostro allenatore è preparato, nessuna squadra ci ha mai messo sotto e tutti gli episodi ci hanno sempre girato contro. E poi Breda è una brava persona, ma a questa famiglia mancava un leader, un uomo di carattere e Antonio lo conosciamo bene. Il nostro è un gruppo sano, anche ieri l'ho ribadito all'allenatore, e anche se l'impegno non è venuto mai meno, bisogna tirare fuori le palle. Antonio ha carattere e sono certo che riuscirà a trasmetterlo".

Crede che possa bastare la grinta di Filippini per risollevarsi da questa situazione?

"Se si riferisce alle qualità della squadra, le dico che di sicuro interverremo sul mercato di gennaio prendendo un attaccante che faccia gol perché i nostri non segnano. Di sicuro si sbloccheranno più avanti, hanno caratteristiche come Skuhravy e Lucarelli, e questi tipi di giocatori entrano in forma da fine novembre in poi, ma noi abbiamo bisogno di gente pronta. Non di giocatori infortunati o che ci metteranno un po' a trovare la condizione. Filippini ci darà alcune indicazioni anche in questo senso, visto che per noi faceva già l'osservatore. Certo, bisognerà smaltire quelli che non giocano, poi prenderemo un rinforzo per reparto, compreso il portiere"

Cosa può portare Filippini in più dal punto di vista tecnico?


"Vede, al Genoa avevo Scoglio che metteva sempre un altro allenatore dalla parte opposta del campo per avere un punto di vista differente. Lo stesso Mancini manda i suoi collaboratori in tribuna. Ecco, credo che quattro occhi vedano meglio di due, soprattutto quando l'allenatore è concentrato sulla partita e non percepisce alcune situazioni che invece possono essere più chiare per un assistente. E poi se ci sono dei dubbi è sempre bene avere un confronto per prendere le scelte migliori"

In molti si aspettavano un altro tipo di soluzione, ne è consapevole?

"Lo ribadisco, è stata una mia decisione. Sono convinto che questa squadra abbia le potenzialità per stare tranquillamente a centro classifica, purché gli episodi inizino a girarci a favore. Solo col Pisa abbiamo ottenuto più di quanto meritassimo, per il resto abbiamo sempre raccolto meno ma nessuno ci ha mai messo sotto. E invece leggo spesso tante critiche anche ai singoli, mentre servirebbe maggiore supporto da tutto l'ambiente, a partire dai giornalisti. Sono i risultati, dei quali ovviamente non sono soddisfatto neppure io, che devono essere criticati, non le prestazioni dei giocatori"

Dopo la sconfitta con il Trapani ultimo in classifica, però, le critiche erano inevitabili...

"Sì, ma anche lì meritavamo almeno il pareggio. Livorno non è una piazza facile, dopo tanti anni di serie A e B tutti, compreso io, si aspettano risultati importanti. E i giocatori sentono questa pressione, avvertono il peso della piazza. Ecco perché dico che c'è bisogno del supporto di tutti, certe situazioni vanno comprese fino in fondo. Ma vedrete, Filippini questa piazza la conosce bene e saprà dare i consigli giusti ai nostri giocatori e al nostro allenatore"
buksamaranto
Messaggi: 2377
Iscritto il: 17/08/2015, 20:44

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda buksamaranto » 26/11/2019, 19:29

Puccio Sterza ha scritto:http://www.livornotoday.it/sport/livorno-calcio/breda-filippini-allenatore-livorno-decisione-presidente-spinelli.html

Livorno, Spinelli: "Breda-Filippini una mia decisione. E a gennaio ci rinforzeremo"
La scelta del presidente amaranto: "Serviva un leader e Antonio lo conosciamo tutti. L'impegno c'è, ma dobbiamo darci una svegliata. Il mercato? Prenderemo un attaccante che fa gol e un portiere"

23 novembre 2019
Ha scelto di testa sua. Come sempre, del resto, quando ci sono da prendere decisioni importanti. Perché Aldo Spinelli, da 20 anni presidente del Livorno, può dirsi stanco quanto vuole, delegare al figlio Roberto e ai vari collaboratori la gestione della società, ma al momento di assumersi le responsabilità non si tira certo indietro. Lo ha fatto anche questa volta, in controtendenza al parere dei più, confermando Roberto Breda sulla panchina del Livorno e affiancandogli Antonio Filippini, ex centrocampista di grande temperamento, quattro stagioni in amaranto e, secondo il pres, l'uomo giusto per tirare fuori grinta e orgoglio da un gruppo di giocatori validi ma con poco carattere. "Sono convinto che sia la scelta giusta, Antonio ha grande personalità - attacca Spinelli appena risponde al telefono -. Il nostro allenatore è molto bravo, ma è il momento di darsi una svegliata. E, come lui, devono farlo anche i giocatori".

Presidente, può spiegarci perché ha confermato Breda decidendo di affiancargli comunque Filippini?

"Ho deciso tutto io, la conferma di Breda e l'arrivo di Filippini. È stata una scelta personale perché davanti alle responsabilità non mi tiro mai indietro. Sono molto soddisfatto di questa soluzione: il nostro allenatore è preparato, nessuna squadra ci ha mai messo sotto e tutti gli episodi ci hanno sempre girato contro. E poi Breda è una brava persona, ma a questa famiglia mancava un leader, un uomo di carattere e Antonio lo conosciamo bene. Il nostro è un gruppo sano, anche ieri l'ho ribadito all'allenatore, e anche se l'impegno non è venuto mai meno, bisogna tirare fuori le palle. Antonio ha carattere e sono certo che riuscirà a trasmetterlo".

Crede che possa bastare la grinta di Filippini per risollevarsi da questa situazione?

"Se si riferisce alle qualità della squadra, le dico che di sicuro interverremo sul mercato di gennaio prendendo un attaccante che faccia gol perché i nostri non segnano. Di sicuro si sbloccheranno più avanti, hanno caratteristiche come Skuhravy e Lucarelli, e questi tipi di giocatori entrano in forma da fine novembre in poi, ma noi abbiamo bisogno di gente pronta. Non di giocatori infortunati o che ci metteranno un po' a trovare la condizione. Filippini ci darà alcune indicazioni anche in questo senso, visto che per noi faceva già l'osservatore. Certo, bisognerà smaltire quelli che non giocano, poi prenderemo un rinforzo per reparto, compreso il portiere"

Cosa può portare Filippini in più dal punto di vista tecnico?


"Vede, al Genoa avevo Scoglio che metteva sempre un altro allenatore dalla parte opposta del campo per avere un punto di vista differente. Lo stesso Mancini manda i suoi collaboratori in tribuna. Ecco, credo che quattro occhi vedano meglio di due, soprattutto quando l'allenatore è concentrato sulla partita e non percepisce alcune situazioni che invece possono essere più chiare per un assistente. E poi se ci sono dei dubbi è sempre bene avere un confronto per prendere le scelte migliori"

In molti si aspettavano un altro tipo di soluzione, ne è consapevole?

"Lo ribadisco, è stata una mia decisione. Sono convinto che questa squadra abbia le potenzialità per stare tranquillamente a centro classifica, purché gli episodi inizino a girarci a favore. Solo col Pisa abbiamo ottenuto più di quanto meritassimo, per il resto abbiamo sempre raccolto meno ma nessuno ci ha mai messo sotto. E invece leggo spesso tante critiche anche ai singoli, mentre servirebbe maggiore supporto da tutto l'ambiente, a partire dai giornalisti. Sono i risultati, dei quali ovviamente non sono soddisfatto neppure io, che devono essere criticati, non le prestazioni dei giocatori"

Dopo la sconfitta con il Trapani ultimo in classifica, però, le critiche erano inevitabili...

"Sì, ma anche lì meritavamo almeno il pareggio. Livorno non è una piazza facile, dopo tanti anni di serie A e B tutti, compreso io, si aspettano risultati importanti. E i giocatori sentono questa pressione, avvertono il peso della piazza. Ecco perché dico che c'è bisogno del supporto di tutti, certe situazioni vanno comprese fino in fondo. Ma vedrete, Filippini questa piazza la conosce bene e saprà dare i consigli giusti ai nostri giocatori e al nostro allenatore"

Boia de a parole sembra un'incantatore di serpenti deeeee.....ma di'o ti levi di 'ulo deeee!!!!!
soloperlamaglia
Messaggi: 632
Iscritto il: 17/03/2018, 16:19

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda soloperlamaglia » 26/11/2019, 19:30

Puccio Sterza ha scritto:http://www.livornotoday.it/sport/livorno-calcio/breda-filippini-allenatore-livorno-decisione-presidente-spinelli.html

Livorno, Spinelli: "Breda-Filippini una mia decisione. E a gennaio ci rinforzeremo"
La scelta del presidente amaranto: "Serviva un leader e Antonio lo conosciamo tutti. L'impegno c'è, ma dobbiamo darci una svegliata. Il mercato? Prenderemo un attaccante che fa gol e un portiere"

23 novembre 2019
Ha scelto di testa sua. Come sempre, del resto, quando ci sono da prendere decisioni importanti. Perché Aldo Spinelli, da 20 anni presidente del Livorno, può dirsi stanco quanto vuole, delegare al figlio Roberto e ai vari collaboratori la gestione della società, ma al momento di assumersi le responsabilità non si tira certo indietro. Lo ha fatto anche questa volta, in controtendenza al parere dei più, confermando Roberto Breda sulla panchina del Livorno e affiancandogli Antonio Filippini, ex centrocampista di grande temperamento, quattro stagioni in amaranto e, secondo il pres, l'uomo giusto per tirare fuori grinta e orgoglio da un gruppo di giocatori validi ma con poco carattere. "Sono convinto che sia la scelta giusta, Antonio ha grande personalità - attacca Spinelli appena risponde al telefono -. Il nostro allenatore è molto bravo, ma è il momento di darsi una svegliata. E, come lui, devono farlo anche i giocatori".

Presidente, può spiegarci perché ha confermato Breda decidendo di affiancargli comunque Filippini?

"Ho deciso tutto io, la conferma di Breda e l'arrivo di Filippini. È stata una scelta personale perché davanti alle responsabilità non mi tiro mai indietro. Sono molto soddisfatto di questa soluzione: il nostro allenatore è preparato, nessuna squadra ci ha mai messo sotto e tutti gli episodi ci hanno sempre girato contro. E poi Breda è una brava persona, ma a questa famiglia mancava un leader, un uomo di carattere e Antonio lo conosciamo bene. Il nostro è un gruppo sano, anche ieri l'ho ribadito all'allenatore, e anche se l'impegno non è venuto mai meno, bisogna tirare fuori le palle. Antonio ha carattere e sono certo che riuscirà a trasmetterlo".

Crede che possa bastare la grinta di Filippini per risollevarsi da questa situazione?

"Se si riferisce alle qualità della squadra, le dico che di sicuro interverremo sul mercato di gennaio prendendo un attaccante che faccia gol perché i nostri non segnano. Di sicuro si sbloccheranno più avanti, hanno caratteristiche come Skuhravy e Lucarelli, e questi tipi di giocatori entrano in forma da fine novembre in poi, ma noi abbiamo bisogno di gente pronta. Non di giocatori infortunati o che ci metteranno un po' a trovare la condizione. Filippini ci darà alcune indicazioni anche in questo senso, visto che per noi faceva già l'osservatore. Certo, bisognerà smaltire quelli che non giocano, poi prenderemo un rinforzo per reparto, compreso il portiere"

Cosa può portare Filippini in più dal punto di vista tecnico?


"Vede, al Genoa avevo Scoglio che metteva sempre un altro allenatore dalla parte opposta del campo per avere un punto di vista differente. Lo stesso Mancini manda i suoi collaboratori in tribuna. Ecco, credo che quattro occhi vedano meglio di due, soprattutto quando l'allenatore è concentrato sulla partita e non percepisce alcune situazioni che invece possono essere più chiare per un assistente. E poi se ci sono dei dubbi è sempre bene avere un confronto per prendere le scelte migliori"

In molti si aspettavano un altro tipo di soluzione, ne è consapevole?

"Lo ribadisco, è stata una mia decisione. Sono convinto che questa squadra abbia le potenzialità per stare tranquillamente a centro classifica, purché gli episodi inizino a girarci a favore. Solo col Pisa abbiamo ottenuto più di quanto meritassimo, per il resto abbiamo sempre raccolto meno ma nessuno ci ha mai messo sotto. E invece leggo spesso tante critiche anche ai singoli, mentre servirebbe maggiore supporto da tutto l'ambiente, a partire dai giornalisti. Sono i risultati, dei quali ovviamente non sono soddisfatto neppure io, che devono essere criticati, non le prestazioni dei giocatori"

Dopo la sconfitta con il Trapani ultimo in classifica, però, le critiche erano inevitabili...

"Sì, ma anche lì meritavamo almeno il pareggio. Livorno non è una piazza facile, dopo tanti anni di serie A e B tutti, compreso io, si aspettano risultati importanti. E i giocatori sentono questa pressione, avvertono il peso della piazza. Ecco perché dico che c'è bisogno del supporto di tutti, certe situazioni vanno comprese fino in fondo. Ma vedrete, Filippini questa piazza la conosce bene e saprà dare i consigli giusti ai nostri giocatori e al nostro allenatore"



Sono arrivato al punto evidenziato, dove parla di giocatori pronti e nn infortunati da dover aspettare, poi ho smesso di leggere le sue cazzate.
Bizzo
Messaggi: 150
Iscritto il: 01/02/2019, 19:20

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda Bizzo » 26/11/2019, 19:40

Dè e lo dice ora che abbiamo bisogno di gente pronta,e allora perchè quest 'estate hanno preso tutta gente ferma da anni.Da Se se le racconta e ci crede da solo.
Avatar utente
BALDOeFIERO
Messaggi: 437
Iscritto il: 15/11/2017, 23:32

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda BALDOeFIERO » 26/11/2019, 19:40

E c'ha 'na ghigna di nulla a fà vesti discorsi
DA SEMPRE, CON LA PIOGGIA E CON IL SOLE: SPINELLI LAIDO
Montecristo
Messaggi: 208
Iscritto il: 11/02/2018, 18:26

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda Montecristo » 26/11/2019, 19:49

E tutti vissero felici e contenti non l ha detto?
Strano, sembrava la favola della buonanotte x i bimbi.
Ero più contento se diceva: ho voluto risparmiare i 700. 000 euro d ingaggio, mi tengo Breda tutta la vita anche se siamo ultimi strasciati
Perlomeno avrebbe detto la verità
Bizzo
Messaggi: 150
Iscritto il: 01/02/2019, 19:20

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda Bizzo » 26/11/2019, 19:55

Son proprio curioso di sapè chi la fà la formazione Domenica e chi decide i cambi in partita.
nazienda di nulla
Messaggi: 915
Iscritto il: 18/08/2015, 0:32

Re: Filippini e la badante...o viceversa?

Messaggioda nazienda di nulla » 26/11/2019, 20:10

roba da diti nell'occhi,io,però farei gioà il bimbo al posto di vell'artri centro-indietro,almeno per quel poo che ha gioato è stato perioloso sottoporta
N.B. cè 49 pisani a ciaccià

Torna a “Il campionato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 31 ospiti