Cosa ne pensate dei sindacati?

ateo
Messaggi: 1983
Iscritto il: 01/03/2018, 18:29

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda ateo » 27/10/2018, 19:03

Dobbiamo renderci conto che l'attuale mondo del lavoro è in mano alle cooperative ed ho detto tutto.
Ho avuto varie esperienze con questi banditi(coop) e non riesco ad immaginare un'assenza in tante situazioni dei sindacati.
Sono iscritto alla cgil e pur essendo in pensione continuerò ad esserlo per riconoscenza su varie vertenze che grazie a loro sono riuscito a vincere.
Ricordiamosi che i vari sindacati non hanno più il sostegno delle varie masse operaie e le controparti con cui lottare il più delle volte sono fantasmi che aprono e chiudono con permissive leggi che consentono a prestanomi e faccendieri di sfruttare il lavoratore di ogni età e provenienza..provare per credere bimbi,quindi per concludere con tutti i difetti che possono avere i vari sindacati sono l'ultimo baluardo per i lavoratori
DOVE FINISCE LA CONOSCENZA ,INIZIA LA RELIGIONE ed il regno di sarvini
spiritual
Messaggi: 3301
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda spiritual » 27/10/2018, 21:48

Ateo
Perfettamente d'accordo. E' anche il pensiero che avevo espresso.
Plinio e Fortore
Avete entrambi ragione. La riforma è giusta (io sono una delle principali vittime della Fornero, essendo del 53), ma quelli prima un erano così stupidi da non volerla fare. Avevano considerato che il problema maggiore era quello di operare per risanare e rimediare a quella misura eccessivamente drastica (poteva essere più graduale e con un massimale inferiore) sarebbe costato troppo. Il problema è che ora non ci si cura del futuro, ma di riuscire a guadagnare consensi nel presente. Alle conseguenze si guarderà dopo e comunque un capro espiatorio c'è: l'UE.
Forse Salvini, Savona e company pensano seriamente che uscendo dall'Europa, senza più l'euro, l'economia non andrebbe peggio, o che insieme agli altri governi populisti sia possibile una radicale modifica dell'UE che porti benefici (???) e sviluppo.
Speriamo che abbiano ragione, perché a medio termine questa conclusione mi sembra la più probabile.
Avatar utente
Fortore 2
Messaggi: 1254
Iscritto il: 17/08/2015, 17:00
Località: Cenaia

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda Fortore 2 » 27/10/2018, 22:18

Il problema grosso non è l'UE, ma il fatto che 60 anni e passa di governo dc ci hanno indebitato fino all'osso. Anni di voto di scambio, di tangenti, di collusione e mafia.
Ergo : non siamo più padroni in casa nostra, essendoci indebitati.
Immagine
Tattico
Messaggi: 578
Iscritto il: 01/09/2015, 21:32

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda Tattico » 27/10/2018, 23:42

Ora non posso scrivere sennò magari mi becco una denuncia ma un giorno magari riesumerò questo topic e racconterò tutto quello che mi e’ successo col sindacato nella mia vecchia ditta, cose che voi umani non avete la minima idea.
Per fortuna nella ditta dove lavoro ora il sindacato neanche si avvicina, TUTTI lavorano e pagano bene.
Meglio senza sindacato a livello interno, se c’ è un problema lo risolvi direttamente te coi padroni, no mi vado a fida’ degli intermediari(sindacalisti) che poi mi raccontano cazzate.
Se il problema diventa grosso, avvocato del lavoro.
Dei sindacallisti grossi a livello nazionale neanche parlo, tutti venduti a governo e padroni.
Merde.
ateo
Messaggi: 1983
Iscritto il: 01/03/2018, 18:29

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda ateo » 28/10/2018, 1:19

Tattico ha scritto:Ora non posso scrivere sennò magari mi becco una denuncia ma un giorno magari riesumerò questo topic e racconterò tutto quello che mi e’ successo col sindacato nella mia vecchia ditta, cose che voi umani non avete la minima idea.
Per fortuna nella ditta dove lavoro ora il sindacato neanche si avvicina, TUTTI lavorano e pagano bene.
Meglio senza sindacato a livello interno, se c’ è un problema lo risolvi direttamente te coi padroni, no mi vado a fida’ degli intermediari(sindacalisti) che poi mi raccontano cazzate.
Se il problema diventa grosso, avvocato del lavoro.
Dei sindacallisti grossi a livello nazionale neanche parlo, tutti venduti a governo e padroni.
Merde.

beato te...azz.., ma che dico...onore(è meglio) a te tattico,credo che tu sia una mosca bianca nel variegato mondo del lavoro.
Credimi sono contento della tua situazione e del tuo teutonico rapporto coi padroni,dovrebbe essere così per tutti,ma non lo è purtroppo....aspetta un pò però..rileggendoti noto un "voi umani" e allora qui mi 'asca ir ciuo.. era troppo bello... sei un alieno,un alieno fortunato che vive in un altro mondo lontano dalle coop,dai falsi imprenditori,dai contratti capestro,dalle ferie e malattie non pagate,dalle discriminazioni salariali tra nativi,extra eu e numerosi east people,dagli stipendi pagati a 40, 60 ed anche mai giorni,da pilotate chiusure per fallimenti..è si caro tattico sei davvero un alieno fortunato
DOVE FINISCE LA CONOSCENZA ,INIZIA LA RELIGIONE ed il regno di sarvini
Tattico
Messaggi: 578
Iscritto il: 01/09/2015, 21:32

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda Tattico » 28/10/2018, 7:47

Non sono una mosca bianca.
Nella precedente ditta dove sono stato 23 anni(!) ero pagato molto meno per la responsabilità e la competenza raggiunta, lavoravamo in condizione assurde per non dire ridicole o comiche, dulcis in fondo hanno fatto una chiusura programmata con la casa madre(non attaccata dal sindacato visto che hanno nipoti figlioli amici parenti la’ dentro bravi bravi).
In tutto questo il sindacato non ha mai mosso un dito.
Pagare poco ma hanno sempre pagato.
Dove sono ora il sindacato non c’ è almeno non vedo facce di merda, si lavora tanto ma in buone condizioni, se ci fosse mai un problema vado a parlare coi padroni non ho bisogno di nessuno.
Poi vabbè grazie alla Camusso Renzi e compagnia bella che hanno eliminato l’ articolo 18, domani se vogliono mi fanno una pedata nel culo e mi mandano via.
spiritual
Messaggi: 3301
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda spiritual » 28/10/2018, 22:05

Tattico
Accusà la Camusso di avè eliminato l'articolo 18, insomma... è come dire che un toro ha preteso un bel cappottino rosso fiammante.
Nella tua esperienza appare palese che il problema vero è stata la mancanza di una vera azione sindacale che cercasse di contrastare le condizioni di lavoro assurde che tu citi e non abbia lottato per evitare la chiusura. In pratica, non è che si sta meglio senza un organo che ci difenda, perché così è molto più facile essè messi a peora, ma quella struttura deve essere seria e fare gli interessi dei lavoratori, non compiacente con i padroni.
Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 3853
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda piazzamagenta » 29/10/2018, 20:30

spiritual ha scritto:quella struttura deve essere seria e fare gli interessi dei lavoratori, non compiacente con i padroni.

hai ragione, ma il problema spesso, come dice Tattico estremizzando il concetto, è proprio che la struttura tante volte non è seria.
dove lavoro io, l'unica cosa che gli interessa è fà tesserà la gente, ma io credo come in tutte le cose, che ci si debba venì incontro, sennò è ir cane che si morde la coda: sei te che un ti interessi perchè un mi tessero o sono io che un mi tessero perchè te un t'interessi?
purtroppo poi è l'ambito lavorativo che conta tanto, io sono ner commercio e ti posso dì che un s'è mai raggiunto un cazzo grazie al sindacato; l'unica mediazione che hanno fatto è stata la solidarietà che c'hanno fatto fà 3-4 anni fa, facendo guadagnà all'azienda 900mila euro senza che si fosse mai stati in crisi e buttando fòri alla fine di un anno "solidale" 6 persone che erano quelle per cui s'è fatta la solidarietà.
capisci che poi uno ci perde la fiducia.
spiritual
Messaggi: 3301
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda spiritual » 29/10/2018, 23:00

Piazza
anch'io, come ho già scritto, ho vissuto esperienze negative a causa di sindacalisti o di facenti parte della commissione interna. Tra l'altro, quando ero giovane, avevo più fiducia nelle persone e la delusione è risultata maggiore. Quando tu probabilmente non eri ancora nato, facevamo il sit in tenda, in pieno centro di Pisa, per protesta contro la chiusura delle Saponerie Lazzeri di San Giuliano Terme e la mancata partenza della nuova, bellissima, fabbrica che non riusciva a ottenere gli ultimi finanziamenti per completare i lavori e partire con la produzione. Un giorno decisivo, aspettavamo il nostro rappresentante della CDU, noto sindacalista a livello provinciale e attivista del PCI, per manifestare davanti alle banche mentre veniva trattato il finanziamento decisivo. Arrivò in ritardo di un'ora, quando non aveva più senso muoversi, con gli occhi cispiosi e zero entusiasmo. Si era alzato da poco (alle 11 di mattina). Cosa dire?
Ma per il ruolo che ho svolto successivamente a Santa Croce, per oltre 35 anni, ho conosciuto tanti padroni (e subalterni) e visto tanta arroganza, tanta indifferenza per la sorte della gente che lavora. Ho visto prendere decisioni che cambiavano da un momento all'altro la vita della gente con la tranquillità, il sorriso di chi prende un caffè al bar. Ho visto soprusi, visto schiacciare la dignità delle persone con la minaccia del licenziamento e ho vissuto sulla mia pelle per anni un continuo mobbing per aver preso apertamente le difese degli operai ("i miei operai", li chiamai, nelle vesti di responsabile tecnico che occupavo) contro l'arroganza dell'amministratore delegato. (Per la cronaca, come nei film a lieto fine che non hanno quasi mai riscontro nella realtà, l'amministratore in questione anni dopo è stato allontanato e io sono tornato più in auge di prima in quella che ritenevo "la mia fabbrica", per gli sviluppi tecnici che avevo determinato).
In un'altra occasione mi fu detto che "ero uno sporco comunista" e io ringraziai per il complimento che mi gratificava.
Non ci vuole molto a capire chi sono i forti e chi sono i deboli, chi necessita di un aiuto che magari non viene proprio perché le strutture preposte non sono serie o non hanno la forza per opporsi.
Tattico
Messaggi: 578
Iscritto il: 01/09/2015, 21:32

Re: Cosa ne pensate dei sindacati?

Messaggioda Tattico » 01/11/2018, 11:22

Si pole fa’ un monte di discorsi ma alla fine ir problema e’ che ognuno pensa ai cazzacci sua.
Chi si butta ner sindacato lo fa’ per interessi personali , per un esse buttato fori in caso di esuberi, pe un fa’ un cazzo a lavora’, permessi sindacali magari anche qualche bustarella.....
Questo e’ quello che ho vissuto io almeno nella mia ex ditta e aggiungo che anche sui sindacalisti esterni comparsi al momento della chiusura e nei mesi successivi stendo un velo pietoso.
Ho visto e sentito cose che mi fanno venire ancora a distanza di oltre un anno vomito e ribrezzo(purtroppo anche da parte degli operai che hanno inscenato una veramente triste lotta tra poveri).

Torna a “Off topic”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti