Io sono con Saviano

pottineamorte
Messaggi: 1346
Iscritto il: 29/08/2015, 2:52

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda pottineamorte » 05/09/2018, 14:44

Se solo non fossi sotterrato dalla quantità di roba da studiare, scriverei un papiro degno del maestro Spiritual, su questo e su altri argomenti su cui state scozzando
spiritual
Messaggi: 2548
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda spiritual » 05/09/2018, 22:07

Uber
mi richocco ancora di più. C'è una bella differenza tra il tono e il modo del mio scritto e il tuo. Io porto in campo argomenti e invito alla discussione. Non ti offendo. Se l'avessi fatto, avrei messo in campo il tuo integralismo condendolo con aggettivi appropriati. Niente di questo, a differenza tua. E questo diverso comportamento, abbi pazienza, è comunque molto significativo.
Il "smettiamola" si riferisce a come viene stravolto il pensiero e la figura di Cristo che io (tanto Ateo non mi legge) stimo e ammiro come nessun altro, tanto che cerco di vivere secondo il suo pensiero.
Tu dici "smettila", che è diretto al sottoscritto. Una sottile differenza.
Il clone che ogni tanto appare in me e non può perdere il vizio della battuta, anche nei momenti meno opportuni, mi suggerisce di scrivere che anch'io ti considero in... diciamo fede, il "buona" non lo condivido per le idee che mi vedono molto lontano.
Ma ribadisco una cosa: essere cattolici significa seguire l'insegnamento di Cristo senza se e senza ma, senza giri di parole, politichese o pinco pallino. Punto.
Detto questo riaffermo: Cristo discriminerebbe gli omosessuali?
Cristo farebbe questioni razziali per mantenere integra l'identità nazionale (mi fischia un orecchio ricordando la storia degli anni 30 e 40). Cioè, farebbe affondare i barconi piuttosto che accoglierli?
Al Cristo che conosco queste domande, se lo avessi davanti a me, di certo non le porrei. Mi vergognerei. Ma quello e solo quello è il Cristo da stimare e seguire nei comportamenti e nel pensiero. Le mistificazioni lasciamole ai cloni, dai retta a me.
livornouberalles

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda livornouberalles » 05/09/2018, 22:29

spiritual ha scritto:Uber
mi richocco ancora di più. C'è una bella differenza tra il tono e il modo del mio scritto e il tuo. Io porto in campo argomenti e invito alla discussione. Non ti offendo. Se l'avessi fatto, avrei messo in campo il tuo integralismo condendolo con aggettivi appropriati. Niente di questo, a differenza tua. E questo diverso comportamento, abbi pazienza, è comunque molto significativo.
Il "smettiamola" si riferisce a come viene stravolto il pensiero e la figura di Cristo che io (tanto Ateo non mi legge) stimo e ammiro come nessun altro, tanto che cerco di vivere secondo il suo pensiero.
Tu dici "smettila", che è diretto al sottoscritto. Una sottile differenza.
Il clone che ogni tanto appare in me e non può perdere il vizio della battuta, anche nei momenti meno opportuni, mi suggerisce di scrivere che anch'io ti considero in... diciamo fede, il "buona" non lo condivido per le idee che mi vedono molto lontano.
Ma ribadisco una cosa: essere cattolici significa seguire l'insegnamento di Cristo senza se e senza ma, senza giri di parole, politichese o pinco pallino. Punto.
Detto questo riaffermo: Cristo discriminerebbe gli omosessuali?
Cristo farebbe questioni razziali per mantenere integra l'identità nazionale (mi fischia un orecchio ricordando la storia degli anni 30 e 40). Cioè, farebbe affondare i barconi piuttosto che accoglierli?
Al Cristo che conosco queste domande, se lo avessi davanti a me, di certo non le porrei. Mi vergognerei. Ma quello e solo quello è il Cristo da stimare e seguire nei comportamenti e nel pensiero. Le mistificazioni lasciamole ai cloni, dai retta a me.



Avevo detto che la chiudevamo qui, quindi che senso ha chiamarmi ancora in causa.
Comunque, Gesù disse: 'va' e non peccare più' , quindi questo
vale per tutti i peccatori, omosessuali compresi.
Gesù non vuole giudicare il mondo ma salvarlo, ma la condizione imprescindibile è sempre la conversione, come anche per gli altri peccatori.
Per questo un cattolico non può approvare leggi favorevoli ai matrimoni gay e al peccato in genere.
Questa è dottrina cattolica e non si può cambiare come ci piace solo per sentirsi più 'buonisti'.
Tu mistifichi, non c'entrano niente le questioni razziali.
Vai dai tuoi amici invasionisti del PD, stai bene lì.
Se evitassi di citarmi ti sarei grato.
Cuccu
Messaggi: 30
Iscritto il: 07/07/2018, 18:38

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda Cuccu » 05/09/2018, 22:47

Ma de falla finita, stai cadendo nel ridicolo, hai detto che te ne vai e sei sempre qui, un mi sembra che tu un te ne voglia anda, un di che sei stato chiamato in causa.
spiritual
Messaggi: 2548
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda spiritual » 05/09/2018, 23:12

Un omosessuale peccatore? Chi l'ha detto? O cos'ha fatto di male?
Sapessi il numero di Gesù Cristo glielo domanderei: ma l'hai detto tu? Mi direbbe di pentirmi per averlo anche pensato.
E di un dirlo più.
Se poi si afferma che l'omosessuale è PECCATORE perché un piacè una bella cosa come la topa è sicuramente un PECCATO, allora sono d'accordo.
Il clone dice che lo sarebbe anche nostro Signore; d'accordo. E' un'affermazione al limite del blasfemo, ma Gesù ce l'ha simpatico, il clone, perché GESU' è stato sempre IL DIFENSORE DEI PIU' DEBOLI, dei PIU' UMILI.
Non dei RICCHI, dei POTENTI e dei FARISEI.
Porco mondo!!!
Tutto il sacrificio che ha fatto per vedere così deformato il suo messaggio.
Avatar utente
Plinio
Messaggi: 1418
Iscritto il: 20/05/2016, 15:43
Località: Borgo

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda Plinio » 07/09/2018, 9:54

livornouberalles ha scritto:
spiritual ha scritto:Uber
mi richocco ancora di più. C'è una bella differenza tra il tono e il modo del mio scritto e il tuo. Io porto in campo argomenti e invito alla discussione. Non ti offendo. Se l'avessi fatto, avrei messo in campo il tuo integralismo condendolo con aggettivi appropriati. Niente di questo, a differenza tua. E questo diverso comportamento, abbi pazienza, è comunque molto significativo.
Il "smettiamola" si riferisce a come viene stravolto il pensiero e la figura di Cristo che io (tanto Ateo non mi legge) stimo e ammiro come nessun altro, tanto che cerco di vivere secondo il suo pensiero.
Tu dici "smettila", che è diretto al sottoscritto. Una sottile differenza.
Il clone che ogni tanto appare in me e non può perdere il vizio della battuta, anche nei momenti meno opportuni, mi suggerisce di scrivere che anch'io ti considero in... diciamo fede, il "buona" non lo condivido per le idee che mi vedono molto lontano.
Ma ribadisco una cosa: essere cattolici significa seguire l'insegnamento di Cristo senza se e senza ma, senza giri di parole, politichese o pinco pallino. Punto.
Detto questo riaffermo: Cristo discriminerebbe gli omosessuali?
Cristo farebbe questioni razziali per mantenere integra l'identità nazionale (mi fischia un orecchio ricordando la storia degli anni 30 e 40). Cioè, farebbe affondare i barconi piuttosto che accoglierli?
Al Cristo che conosco queste domande, se lo avessi davanti a me, di certo non le porrei. Mi vergognerei. Ma quello e solo quello è il Cristo da stimare e seguire nei comportamenti e nel pensiero. Le mistificazioni lasciamole ai cloni, dai retta a me.



Avevo detto che la chiudevamo qui, quindi che senso ha chiamarmi ancora in causa.
Comunque, Gesù disse: 'va' e non peccare più' , quindi questo
vale per tutti i peccatori, omosessuali compresi.
Gesù non vuole giudicare il mondo ma salvarlo, ma la condizione imprescindibile è sempre la conversione, come anche per gli altri peccatori.
Per questo un cattolico non può approvare leggi favorevoli ai matrimoni gay e al peccato in genere.
Questa è dottrina cattolica e non si può cambiare come ci piace solo per sentirsi più 'buonisti'.
Tu mistifichi, non c'entrano niente le questioni razziali.
Vai dai tuoi amici invasionisti del PD, stai bene lì.
Se evitassi di citarmi ti sarei grato.



Scusa le migliaia di bambini abusati nelle sagrestie come li consideri, "compagni che sbagliano" eppoi pretendono pure di farci la paternale ?
No perche' mi sembri un poino come Scettico Blu alla coppa del mare...

Alla faccia dello sdoganamento !
"Livorno e' una piazza particolare. Non vuole campioni, ma uomini veri, disposti a sposare una causa"
O. Jaconi
Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 2330
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda piazzamagenta » 07/09/2018, 19:10

via bimbi, è inutile anche stanne a parlà...il mondo si evolve, va avanti, tante volte in bene, qualche volta in male, ma il linea di principio c'è sempre un'evoluzione.
ora le macchine vanno a benzina, speriamo che a breve si riesca a passà all'elettrico....poi se c'è quarcuno che pensa che ir futuro siano le macchine senza carburanti inquinanti, ma come modello c'ha quello dei Flistones, direi che ir problema un è nostro, no?
tuttarpiù sarà degli amish, che infatti vanno in giro coi carretti, perchè l'elettricità turba l'equilibrio della Madre Terra.
Avatar utente
nenciodamus
Messaggi: 413
Iscritto il: 29/02/2016, 11:46
Località: Livorno

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda nenciodamus » 10/09/2018, 13:00

Inutile stare a parlarne perchè quando si ha di fronte un essere umano ch esprime certi pensieri, significa che la ragione alberga altrove. Chissà cosa direbbe Basaglia a sentire certe esternazioni.
Stare a fare discorsi su Gesù nel 2018 mi sembra veramente anacronistico per un paese avanzato, cosa diversa parlare del messaggio di solidarietà e comunione dei popoli.
Per non parlare della tematica dell'aborto o dell'omosessualità. Ritornare a parlare di questi argomenti, ritrattandoli è semplicemente segno di regressione mentale.
Mi fa proprio pena, leggere certe cose.
"La questione morale esiste da tempo e dalla sua risoluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilità del paese e la tenuta del regime democratico." Enrico Belinguer
spiritual
Messaggi: 2548
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda spiritual » 10/09/2018, 14:05

Nenciodamus
sono perfettamente d'accordo con quanto dici, così come tante altre volte. Voglio però farti notare che riguardo a certi argomenti quali l'omosessualità e l'aborto, per i quali a noi sembra assurdo che si debba discutere sull'evoluzione e gli indirizzi finalmente presi nelle ultime decine di anni, una parte della popolazione del "Civile Occidente" la pensa in modo contrario. Il problema è che se sull'aborto i contrari appartengono in gran parte al ceto cattolico più o meno integralista, sull'omosessualità la cerchia di persone che guarda con diffidenza, se non con disprezzo, si allarga a una parte della popolazione ben più grande e composita.
Anche buona parte dei benpensanti di sinistra a parole li difendono, ma poi nelle situazioni guardano con un occhio diverso... il diverso.
Insomma, credo che a nessuno di noi faccia piacere se il figlio/a è omosessuale, e non solo perché immaginiamo per lui/lei una vita difficile, una vita dove la libertà di espressione è fortemente limitata, ma soprattutto perché riteniamo comunque l'omosessualità come una macchia.
Così come sul tema dell'immigrazione i contrari appartengono a tutte le fasce d'età, opinione politica e livello sociale, e a un certo punto anche colui che si riteneva di sinistra ha gettato la maschera aderendo alla nuova corrente di pensiero populista, è possibile che ciò avvenga anche su altri argomenti che a noi sembrano fuori da ogni discussione. Se questa destra razzista e fascista neanche tanto mascherata li userà come oggetto di propaganda elettorale di, troverà consenso anche tra tanti di noi che si sentiranno liberi di esprimere quel pensiero che la coscienza sociale reprime.
Beninteso, io non sarò tra questi, tra l'altro perché sinceramente fanno pena tutte le persone diverse e deboli, chi per un motivo, chi per un altro, ma mi fa molta paura questo appello alla pancia, alla superficialità, al concetto elementare, che sta sempre più occupando spazio politico in Italia e in tutta Europa.
Vorrei aggiungere che tra l'altro problemi come l'omosessualità in gran parte del mondo vengono affrontati in modo ancora peggiore di quello dei nostri integralisti cattolici. Questo ci dovrebbe ricordare che stiamo vedendo e ragionando solo di un aspetto parziale di quello che è il modo di vivere e pensare sull'intero pianeta.
E quasi sempre il nostro pensiero illuminista è una nicchia, una piccola parte del tutto.
E nei momenti di depressione mi viene da pensare che la nostra speranza in un mondo migliore è veramente la lotta contro i mulini a vento.
Avatar utente
nenciodamus
Messaggi: 413
Iscritto il: 29/02/2016, 11:46
Località: Livorno

Re: Io sono con Saviano

Messaggioda nenciodamus » 10/09/2018, 14:56

spiritual ha scritto:Nenciodamus
sono perfettamente d'accordo con quanto dici, così come tante altre volte. Voglio però farti notare che riguardo a certi argomenti quali l'omosessualità e l'aborto, per i quali a noi sembra assurdo che si debba discutere sull'evoluzione e gli indirizzi finalmente presi nelle ultime decine di anni, una parte della popolazione del "Civile Occidente" la pensa in modo contrario. Il problema è che se sull'aborto i contrari appartengono in gran parte al ceto cattolico più o meno integralista, sull'omosessualità la cerchia di persone che guarda con diffidenza, se non con disprezzo, si allarga a una parte della popolazione ben più grande e composita.
Anche buona parte dei benpensanti di sinistra a parole li difendono, ma poi nelle situazioni guardano con un occhio diverso... il diverso.
Insomma, credo che a nessuno di noi faccia piacere se il figlio/a è omosessuale, e non solo perché immaginiamo per lui/lei una vita difficile, una vita dove la libertà di espressione è fortemente limitata, ma soprattutto perché riteniamo comunque l'omosessualità come una macchia.
Così come sul tema dell'immigrazione i contrari appartengono a tutte le fasce d'età, opinione politica e livello sociale, e a un certo punto anche colui che si riteneva di sinistra ha gettato la maschera aderendo alla nuova corrente di pensiero populista, è possibile che ciò avvenga anche su altri argomenti che a noi sembrano fuori da ogni discussione. Se questa destra razzista e fascista neanche tanto mascherata li userà come oggetto di propaganda elettorale di, troverà consenso anche tra tanti di noi che si sentiranno liberi di esprimere quel pensiero che la coscienza sociale reprime.
Beninteso, io non sarò tra questi, tra l'altro perché sinceramente fanno pena tutte le persone diverse e deboli, chi per un motivo, chi per un altro, ma mi fa molta paura questo appello alla pancia, alla superficialità, al concetto elementare, che sta sempre più occupando spazio politico in Italia e in tutta Europa.
Vorrei aggiungere che tra l'altro problemi come l'omosessualità in gran parte del mondo vengono affrontati in modo ancora peggiore di quello dei nostri integralisti cattolici. Questo ci dovrebbe ricordare che stiamo vedendo e ragionando solo di un aspetto parziale di quello che è il modo di vivere e pensare sull'intero pianeta.
E quasi sempre il nostro pensiero illuminista è una nicchia, una piccola parte del tutto.
E nei momenti di depressione mi viene da pensare che la nostra speranza in un mondo migliore è veramente la lotta contro i mulini a vento.


La conoscenza è alla base del progresso. Una società sapiente è una comunità forte in grado di parlare di qualunque argomentoe di trovare il giusto compromesso per il bene comune. Al dilà degli individui dall'idee bislacche come uber, tante persone ritrovano il senso di comunità e appartenenza in questi gruppi che con la propaganda manipolano chi non è in grado di avere un pensiero proprio. Questo somportamento è appannaggio di tutti coloro che non vogliano la democrazia. La sinistra in italia è una macchietta, e si sta comportando come i loro colleghi di fazione opposta. Il tifo in politica è pericoloso, e può portare a far dire ad un viceministro "io sono stato eletto e i giudici no" che per quanto mi riguarda è il punto, sinora, più basso della politica del dopoguerra (e non ha avuto nemmeno questo clamore mediatico)
P.s Renzi ha rotto il cazzo, faccia un suo partito oppure gli altri escando in massa.
"La questione morale esiste da tempo e dalla sua risoluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilità del paese e la tenuta del regime democratico." Enrico Belinguer

Torna a “Off topic”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti