Di Maio: chi è costui?

spiritual
Messaggi: 2693
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda spiritual » 24/11/2019, 17:03

Ricordo Barca nel governo Monti: intelligente, competente, realmente di sinistra, scevro da personalismi tanto che, dopo quella fase, è uscito dalla scena politica pur essendo stato cercato. Un politico veramente notevole, ideale per il ruolo di ministro. Peccato che non abbia (non voglia avere) la stoffa del leader.
Da profano (non avendo la competenza tecnica per valutare), quello che propone sembra ottimale, ma chissà se realizzabile, anche se fosse accettato a livello europeo (cosa molto improbabile, visto la sempre minore forza della sinistra in quell'ambito).
Riguardo alle sardine vorrei far notare una cosa all'amico Baldo. In questo momento storico, dove la realtà delle cose vede la destra (destra, non centro-destra) al 51% dei sondaggi, soglia che andando alle elezione garantirebbe i due terzi della rappresentanza parlamentare con tutte le conseguenze che non voglio ripetere (puoi ascoltare quanto detto da Travaglio venerdì nel programma su 9), in un momento in cui il governo è allo sbando per le divisioni, la mancanza di idee, la debolezza dei leader, dove gli eventi che gravano come macigni (Ilva prima di tutti) sono utilizzati dalla destra anche quando non ne ha motivo, in un momento come questo dove possono cadere in mano ai neo fascisti le due regioni rosse che rappresentano la nostra storia, il nostro passato e, lo comprendi bene, PSICOLOGICAMENTE il futuro prossimo, un movimento spontaneo che si muove attraverso un tam tam RIEMPIENDO TUTTE LE PIAZZE D'ITALIA, una dopo una, con una rappresentanza non più di vecchi come il sottoscritto, ma di giovani con slogan che dicono NO A SALVINI, NO ALLA DESTRA, NO AL RAZZISMO, a me S E M B R A Un M I R A C O L O!!!
C'è gente, tanta, che non accetta questa deriva e sta sotto la pioggia solo per DIMOSTRARE CHE ESISTE UNA PARTE DI ITALIANI CHE NON RAGIONA CON LA PANCIA E CON I PIEDI, che si oppone a ciò che sta per divorare la nostra democrazia, la Costituzione e, come ho scritto con convinzione nei messaggi precedenti, l'unità della nostra nazione.
Sicuramente, nei prossimi giorni, si uniranno anche tanti perché è diventato un fenomeno du moda, una specie di gioco. Sicuramente una parte di loro non andrà neanche a votare, come non ha fatto per indifferenza altre volte, ma in tanti si formerà quella coscienza civile e politica che magari fino a ora ignoravano. Quando siamo giovani certi eventi lasciano il segno. A me successe così e, credi, non ero uno sprovveduto che si lasciava incantare dalle chiacchiere e gli slogan che anche a quell'epoca esistevano. Le sardine sono un movimento spontaneo, eterogeneo, senza un'identità politica (come potrebbero averla?), e rifiuteranno (giustamente) i tentativi di abboccamento da parte dei partiti, MA SICURAMENTE SONO DI SINISTRA, SONO CONTRO LA DESTRA.
E questo non è poco. In questo momento stanno togliendo la scena a Salvini, lo stanno ridicolizzando, usando il modo migliore, l'unico possibile, l'entusiasmo della forza ideale per appannare e anche ridicolizzre la sua immagine propagandistica.
Straordinario!!!
E forse Bonaccini vincerà, nonostante che i 5 stelle facciano di tutto per farlo perdere. Forse l'Emilia sarà salva, dopo di lei la Toscana; il governo non cadrà, non ci saranno le elezioni e forse, FORSE DA QUESTO MOVIMENTO POTRA' EMERGERE QUEL QUALCOSA DI NUOVO che permetta alla sinistra di presentare alle prossime elezioni uno schieramento che non abbia più le vesti del PD, uno schieramento con giovani in prima linea, giovani con un retroterra culturale e ideologico che non è quello del "cameriere" o del suo amico "falegname".
Le previsioni meteorologiche dicono che sabato prossimo, alle 18,30, sarà temporale. M'importa una sega: io sarò in Piazza della Repubblica con l'ombrello e tanta voglia di offendere Salvini che dovrò reprimere, perché il movimento lo vieta. Ma potrò cantare Bella Ciao, Dio Bongo, con tutto l'entusiasmo che mi porto dentro.
tagarolo
Messaggi: 387
Iscritto il: 09/09/2015, 19:42

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda tagarolo » 24/11/2019, 19:33

La storia dei 5 stelle a livorno è lo specchio di questo movimento....di chi ne fa parte....di chi lo vota da adepto....e di chi ci era salito sopra....
Ci si dimette,si esce si sbraita......se si prova con il PD.. o con altri di sx........mentre si accetta in silenzio quando ci si allea con salvini......
Devono fare come i dinosauri....
Ce ne fussero di sardine...acciughe...sgombri....palamite....che cantano bella ciao...........
Studiare la storia please.......si vuole fare anche noi gli stessi errori che furono fatti negli anni 30?????
Se no aspettiamo il sol dell' Avvenire.......
spiritual
Messaggi: 2693
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda spiritual » 25/11/2019, 0:25

Vado in Piazza della Repubblica a Firenze, per intendersi, non qui a Livorno. E il 14 a Roma.
Voglio poter dire: io c'ero.
Sveglia bimbi! Mi sa che ho più entusiasmo e forza ideale io alla mia età di voi che siete giovani e vivrete per altro mezzo secolo, come minimo, in questa nostra nazione.
Avatar utente
BALDOeFIERO
Messaggi: 419
Iscritto il: 15/11/2017, 23:32

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda BALDOeFIERO » 25/11/2019, 12:55

Boh ... che vi devo dire ... continuo a seguire, ma non ci trovo niente di diverso dai “movimenti” degli ultimi 20 anni. Una cosa è certa: se si continua a fare gli ANTI qualcuno ver qualcuno prende il 95%. La storia va studiata ma anche ricordata. E un c’è solo quell degli anni 30 (che poi erano i 20) ma c’è anche quella del 94.
DA SEMPRE, CON LA PIOGGIA E CON IL SOLE: SPINELLI LAIDO
tagarolo
Messaggi: 387
Iscritto il: 09/09/2015, 19:42

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda tagarolo » 01/12/2019, 18:22

https://www.tpi.it/opinioni/sardine-qua ... 29506770/#

Un articolo interessante che rimanda ad altri articoli interessanti
spiritual
Messaggi: 2693
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda spiritual » 02/12/2019, 1:11

quello che forse non è ben chiaro a molti è che in questi ultimi anni la sinistra non ha più avuto la forza di portare in piazza spontaneamente la gente, in particolare i giovani (le manifestazione organizzate non hanno lo stesso valore). Ci siamo abituati a vedere anni fa le piazze piene dei grillini, con i giovani in prima fila, e negli ultimi tempi quelle dei fans di Salvini. In questo caso PIAZZE PIENE DI GENTE DI TUTTE LE ETA' E A TUTTE LE LATITUDINI: da TRENTO a PALERMO. A parte le indicazioni dei sondaggi, è emersa in tutti la convinzione che quest'ultime piazze RAPPRESENTASSERO TUTTA L'ITALIA e che l'onda di destra AVREBBE IN POCO TEMPO SOMMERSO TUTTO.
Ecco perché HA FATTO SCALPORE che da un momento all'altro si vedesse una piazza DICHIARATAMENTE CONTRO SALVINI e, soprattutto, CONTRO QUEGLI SLOGAN che hanno sdoganato e fatto sembrare a molte persone legittimo, e persino necessario, ESSERE RAZZISTI E SOVRANISTI.
Da quanto tempo era che non si vedeva una piazza in prevalenza di giovani, gremita all'inverosimile, che canta BELLA CIAO e slogan come ....NON SI LEGA?
E' chiaro che è una piazza eterogenea dove ci sono anche quelli che non hanno ( e non vogliono avere) una precisa connotazione politica, ma la gran maggioranza è di sinistra e quello che si diffonde è sicuramente una coscienza che il populismo, il razzismo, la macchina del fango, tutte le armi che la destra sta usando in modo massiccio, sono IL NEMICO DA COMBATTERE.
Il risultato è sorprendente: non solo una piazza ne ha partorite decine di altre, ma il porcellino è stato costretto a GIRARE AL LARGO o A RINCHIUDERSI NEI PALAZZI con pochi intimi. Pochi, in relazione alle masse presenti in contemporanea nello stesso luogo di visita.
L'ASSOCIAZIONE MASSA=SALVINI E' SCOMPARSA!!! Ora SALVINI appare solo, in difficoltà, mentre GLI AVVERSARI SEMBRANO DIVENTARE SEMPRE PIU' FORTI.
Ovviamente non è così, ma il messaggio mediatico che sta propagandosi è quello.
E' chiaro che gli organizzatori delle sardine debbano fare attenzione perché la "BESTIA" ferita sta cercando di tutto per colpire loro e il movimento. Sono stati molto intelligenti a rifiutare qualsiasi identificazione ufficiale. Collegamenti con i partiti, bandiere, toni accesi e offese, avrebbero porto il fianco a discredito e attacchi più facilmente mirati. La bestia non riesce a mettere a fuoco un bersaglio che NON OFFRE UNA SAGOMA BEN PRECISA, ma che nello stesso tempo, rende chiaro a tutti DA QUALE PARTE SIA SCHIERATO.
Sia pure in modo ridotto, ci sono state manifestazioni anche nelle roccaforti di destra quali Verona, Treviso, Ascoli, dove c'è da avere timore ad andare in giro identificandosi contro il fascismo, il razzismo, la Lega. Sono vittorie straordinarie. Si parla della possibilità di avere un milione di persone a Roma.
Ricordo una manifestazione del genere. Quando il corteo partì da Piazza della Repubblica a Roma non mi sembrava tantissima gente. Ero nelle prime file e non mi rendevo conto delle dimensioni che stava assumendo durante il percorso. Dopo quasi un'ora, quando passammo in un viale molto largo in prossimità di Piazza San Giovanni, uscii dal corteo per capire quanti eravamo. Pur procedendo a file molto larghe, data l'ampiezza della carreggiata, non ne vedevo la fine. Avevo gli immancabili occhiali neri da vista che nascondevano l'emozione, ma una donnina anziana accanto a me con perspicacia disse che a memoria non ricordava una manifestazione così numerosa. Lo disse con la stessa gioia interiore che stavo provando io e tuttora lo ricordo.
Mi gira il cazzo a duemila perché il 14 il Livorno gioca in casa e non voglio perdere la partita, ma sono convinto che starei bene, benissimo, a vedere Piazza San Giovanni stracolma di persone con un unico intento. Ieri, in mezzo alla calca, dicevo alla mia compagna che possedere un ideale fa stare comunque bene, ma il vederlo condiviso non solo da chi è al tuo fianco, ma anche da una moltitudine di persone mai viste e conosciute, risulta esaltante. Fornisce un'immagine del mondo più positiva di quella che nella quotidianità sentiamo dentro di noi.
Solo per questo, alla faccia dei radical chic di una certa sinistra radicale, il movimento delle sardine ci fa stare bene.
Avatar utente
piazzamagenta
Messaggi: 2647
Iscritto il: 28/08/2015, 18:15

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda piazzamagenta » 02/12/2019, 9:10

spirit, condivido tutto.
l'altra sera su LA7 c'era Augias ospite.
disse una verità assoluta: essere di destra è molto più facile che essere di sinistra, perchè l'uomo di destra si ferma alla superficie delle cose, mentre l'uomo di sinistra ha bisogno di studiarle e di capirle.
ecco perchè si parla da sempre di superiorità culturale della sinistra ed ecco perchè nel tempo, con le narrazioni di destra, il concetto è stato travisato fino ad arrivare a parlare di buonismo e radical chic, spesso a sproposito.
le sardine sono una semplificazione di un mondo che tende sempre più spesso a trovare le differenze, piuttosto che i punti di contatto.
la destra vince alle elezioni, perchè tutti gli elettori di destra vanno a votare, mentre a sinistra voti per 10 differenti visioni della sinistra e siccome non ce n'è neanche una che rappresenti la maggioranza odierna delle persone di sinistra, il vero partito di sinistra è quello di chi non va a votare.
le sardine hanno spiegato semplicemente questo.
spiritual
Messaggi: 2693
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda spiritual » 02/12/2019, 13:07

Bravo! La conclusione è proprio lo specchio della realtà.
Ho sentito anch'io Augias. Quanta profondità!
Ma la verità vera, gioco di parole stupido, non si trova mai in superficie. Lì c'è quella che ti vogliono far credere.
Avatar utente
BALDOeFIERO
Messaggi: 419
Iscritto il: 15/11/2017, 23:32

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda BALDOeFIERO » 03/12/2019, 2:44

piazzamagenta ha scritto:spirit, condivido tutto.
l'altra sera su LA7 c'era Augias ospite.
disse una verità assoluta: essere di destra è molto più facile che essere di sinistra, perchè l'uomo di destra si ferma alla superficie delle cose, mentre l'uomo di sinistra ha bisogno di studiarle e di capirle.
ecco perchè si parla da sempre di superiorità culturale della sinistra ed ecco perchè nel tempo, con le narrazioni di destra, il concetto è stato travisato fino ad arrivare a parlare di buonismo e radical chic, spesso a sproposito.
le sardine sono una semplificazione di un mondo che tende sempre più spesso a trovare le differenze, piuttosto che i punti di contatto.
la destra vince alle elezioni, perchè tutti gli elettori di destra vanno a votare, mentre a sinistra voti per 10 differenti visioni della sinistra e siccome non ce n'è neanche una che rappresenti la maggioranza odierna delle persone di sinistra, il vero partito di sinistra è quello di chi non va a votare.
le sardine hanno spiegato semplicemente questo.


Piazza - sulla frase evidenziata - l’ho pensata come te per un po’ di tempo (e infatti non ho votato per diversi anni). Ma è proprio per questo che le “sardine” non mi convincono. No ideologia, no bandiera = 1000 voti differenti. Quindi per ora non vedo gli estremi nemmeno per un voto utile in futuro, se ho ragione non cambierebbe niente rispetto al voto che do.

Ho letto con attenzione anche il link di Tagarolo. Questo passaggio mi ha colpito (riferito a chi “critica” le sardine):
Sono il segno di un disordine mentale politico-culturale spesso prodotto da una lunga attraversata del deserto, da residui di organizzazioni novecentesche un tempo “di massa” o quantomeno capaci di un qualche protagonismo, e poi andate “fuori corso” nel passaggio di secolo. Anni e anni chiusi nell’involucro coriaceo e impermeabile del “Partito”, del micro-gruppo, a conservare accesa la fiamma e maledire la Storia che non ci dà ragione, e talvolta anche la “gente” (non più “classe”) che va altrove.


“Disordine” e “Residui” sono due parole che - per la mia interpretazione - si sposano bene con M5S (Disordine), Lega (Disordine e residui), PD (residui). Le Sardine sono la naturale evoluzione del caos: emergono come il M5S (social e piazze), cantano bella ciao (residui), a parte essere ANTI non hanno una ideologia politica (disordine). Se ce l’hanno, chiedo pietà, io un l’ho ancora capita. E poi, se non c’è “Partito”, “micro-gruppo”, chi c’è? Un movimento? Fatto da chi? Dal piccolo imprenditore e dall’operaio insieme?

Continuo a seguire, non si può giudicare male a prescindere dopo la lettura di 4 articoli e 2 servizi al TG. Ma i dubbi aumentano ...
DA SEMPRE, CON LA PIOGGIA E CON IL SOLE: SPINELLI LAIDO
spiritual
Messaggi: 2693
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda spiritual » 03/12/2019, 11:06

Baldo
Se partecipi a una manifestazione e ti guardi intorno vedrai che la gente è lì perché non accetta ciò che sta dominando il momento politico e non trova una rappresentanza adeguata in alternativa. Non è una protesta qualunquista, sulla scia di un malessere politico, economico e di luoghi comuni, come quella dei 5 stelle, sempre più maturata in quella direzione. Qui è in gran parte gente di sinistra che non vuole questa deriva di destra, ma non trova altri megafoni. Non possono urlarlo in modo chiaro perché la Bestia non aspetta altro che un motivo per identificare, denigrare, ridurre in qualche modo l'effetto esplosivo e aggregante, ma si sfoga in quel Bella ciao cantato con la totale partecipazione.
Quale altra occasione abbiamo (a parte noi livornesi allo stadio) per cantarlo ed esprimere le nostre idee? Solo per questo andrebbe detto grazie al movimento.
Se guardi il video nel file di tagarolo vedrai l'intervista a uno dei promotori. Una bella differenza di spessore ideologico e di qualità come persona rispetto ai leader, camerieri e falegnami, dei 5 stelle.

Torna a “Off topic”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 2 ospiti