Di Maio: chi è costui?

Fides
Messaggi: 917
Iscritto il: 02/10/2017, 23:16

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda Fides » 10/06/2018, 15:44

certo non ho la capacità di analizzare la situazione come spirit o ateo, complimenti a tutte edue.
però voglio esternare il pensiero.
hanno voluto cambirae il simbolo del pci e con esso il nome, quante volte... non ricordo

occhetto , dalema, e via via dicendo fino a renzi ( non il meno peggio ) il peggio in assoluto.

tutti questi cambiamenti hanno portato anche al cambiamento della visione politica della sinistra
o hanno cambiato il nome per giustificare il cambiamento della politica della sinistra?

non so, comunque sia, valori e ideali della sinistra sono stati abbandonati dall'attuale PD ( vecchia DC)

Dopo berlinguer avevo optato per bertinotti, mandai anche lui a fan..... dopo aver dato l'italia al nano malefico

credere o aver creduto in qualcosa che non esiste più, per me è deprimente.
speriamo bene
Fides
Messaggi: 917
Iscritto il: 02/10/2017, 23:16

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda Fides » 10/06/2018, 15:55

https://www.facebook.com/Cartabiancarai ... 6474/?t=94

e come cacciarri altri hanno detto le stesse cose, molto prima delle elezioni.
renzi e gli altri hanno peenssato male oltre a non accorgersi di quanto la situazione
poteva cambiare, visione della politica limitata, strategie da dittatura del quarto mondo!
boh!
zuppalombarda
Messaggi: 1585
Iscritto il: 24/08/2015, 17:07

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda zuppalombarda » 10/06/2018, 16:58

Ma perchè dire: credere in qualcosa che non esiste più?????? Non esistono più l'onesta, l'altruismo, la solidarietà, il senso civico???? Chi ce lo fà credere? esistono solo gli affari, anzi gli affari sporchi, perchè quelli leciti non creano danni a nessuno, anzi, allora mandiamo tutti le nostre figlie (se sono attraenti) nelle grinfie dei potenti che ne avremo
il giusto tornaconto, mandiamo i ragazzi a spacciare ed a darsi al ricco pederasta di turno, tanto non esiste più la morale contano solo i soldi e tanti......Sono finite le ideologie?
no siamo solo in un periodo bruttissimo in un vicolo da cui non sappiamo uscire ed accettiamo come se fossimo anestetizzati qualsiasi schifezza che ci viene proposta, ma
l'uomo non è cambiato, prima o poi ci sarà un nuovo "68" ed il vento spazzerà via questo olezzo attuale.
ateo
Messaggi: 1544
Iscritto il: 01/03/2018, 18:29

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda ateo » 10/06/2018, 20:30

orata2 ha scritto:certo non ho la capacità di analizzare la situazione come spirit o ateo, complimenti a tutte edue.
però voglio esternare il pensiero.
hanno voluto cambirae il simbolo del pci e con esso il nome, quante volte... non ricordo

occhetto , dalema, e via via dicendo fino a renzi ( non il meno peggio ) il peggio in assoluto.

tutti questi cambiamenti hanno portato anche al cambiamento della visione politica della sinistra
o hanno cambiato il nome per giustificare il cambiamento della politica della sinistra?

non so, comunque sia, valori e ideali della sinistra sono stati abbandonati dall'attuale PD ( vecchia DC)

Dopo berlinguer avevo optato per bertinotti, mandai anche lui a fan..... dopo aver dato l'italia al nano malefico

credere o aver creduto in qualcosa che non esiste più, per me è deprimente.
speriamo bene

BOIAAAA !!!!! e dici di un avè le 'apacità di analizzà????? Sei stato perfetto nella tua analisi,hai fatto esattamente il mio percorso,come credo sia stato il percorso di tanti..un salutone ed una precisazione..politiamente un sono depresso..lo sono di più :cry: :cry: :cry: :cry:
DOVE FINISCE LA CONOSCENZA ,INIZIA LA RELIGIONE
ateo
Messaggi: 1544
Iscritto il: 01/03/2018, 18:29

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda ateo » 10/06/2018, 21:16

zuppalombarda ha scritto:Ma perchè dire: credere in qualcosa che non esiste più?????? Non esistono più l'onesta, l'altruismo, la solidarietà, il senso civico???? Chi ce lo fà credere? esistono solo gli affari, anzi gli affari sporchi, perchè quelli leciti non creano danni a nessuno, anzi, allora mandiamo tutti le nostre figlie (se sono attraenti) nelle grinfie dei potenti che ne avremo
il giusto tornaconto, mandiamo i ragazzi a spacciare ed a darsi al ricco pederasta di turno, tanto non esiste più la morale contano solo i soldi e tanti......Sono finite le ideologie?
no siamo solo in un periodo bruttissimo in un vicolo da cui non sappiamo uscire ed accettiamo come se fossimo anestetizzati qualsiasi schifezza che ci viene proposta, ma
l'uomo non è cambiato, prima o poi ci sarà un nuovo "68" ed il vento spazzerà via questo olezzo attuale.

Ciao zuppa,io sono nato ner 51 in via garibaldi sopra la ex sede del vero pci e non come te tra i vattrinai di via carzabigi :lol: :lol: :lol: :lol: SCHERZO NATURALMENTE,ti dico questo per puntualizzare il degrado da te perfettamente descritto,cioè, al tempo stavamo con gli usci aperti,usci che chiudevamo solo la sera,le donnine anziane stavano a pillaccherà sulle sedie fuori dei portoni e se un eri der quartiere lo notavano subito,ma questo senza alcuna ombra di sospetto,solo per vedè dove andavi e per fà le ciaccione,lato caratteriale che contraddistingue gran parte del nostro spirito labronico(almeno il mio).C'era solidarietà e rispetto altrui dovuto forse al ricordo ancor fresco della guerra finita pochi anni prima,a scuola ci si arzava quando entravano maestri e poi prof,i genitori,armeno mi pà,se andavamo male negli studi punivano noi non certo gli insegnanti,c'era solo un canale televisivo con i colori juventini( al tempo eravamo tanti interisti) e l'avvento il colore fu un evento storico.
C'era telematch,il musichiere,lascia o raddoppia,carosello e per vede du phie con ascellari costumi si aspettava dicembre,quando il parrucchiere ci regalava piccoli calendari profumati,profumo che impregnava le ns mani di giovani virgulti,durante le lunghe sedute sui nuovi wc (ciò avuto la bua per molto tempo,evito di descrivere la bua)
Eravamo semplici e rispettosi delle autorità,a parte le cariche scelbiane dei celerotti,poi il progressivo degrado da te descritto.
Seondo me tutto è dovuto alla tv trash der nano,programmi insulsi dove i giovani capivano che era meglio gioà a pallone o fa le veline,anzichè doventà periti,geometri,ingegneri o dottori.
Sinceramente non saprei dove porre lo striscione di partenza dell'attuale degrado,la mia cultura pone dei limiti a questa analisi,ma credo che sarà,come dici TE sempre peggio,capelli a stupidi,tatuaggi,telefonini sempre accesi,come zombi,nei ristoranti,nei bar,a piedi e peggio ancora in macchina,colloqui tra teen che a sentilli ti fsìanno venì i luccioni all'occhi.
Mi chiedo spesso se, come nella tanto critiata CUBA ,non da me,ci fosse stato pure per noi un embargo yankee,mi chiedo dicevo come ci saremmo comportati,forse ci saremmo mangiati l'uno con l'altro o forse no,di siuro non avremmo reagito come quel meraviglioso popolo.
Mi chiederai il perchè di questa divagazione ebbene io credo che a parte i non simpatizzanti schiavi del regime di battista,guarda caso appoggiato dagli states e qui fuggiti per stabilizzarsi nella vicina miami,tutto il resto della popolazione fedele al grande e compianto fidel si è rimboccata le maniche creando eccellene nell'istruzione,nello sport e nella medicina,leggi assistenza sanitaria,incurante delle false e consumistiche sirene che attiravano i giovani su improvvisate imbarcazioni per poi schiantarsi nella rude realtà del mondo occidentale,un pò come gli albanesi hanno fatto con l'illusione stivale.
Sono deluso dall'italia e se un ci fosse il pericolo brexit mi leverei di 'ulo e se ancora un ci fossero le tante cure mediche che io e mia mia moglie dobbiamo affrontare,il portogallo sarebbe altra meta,evitando santiago de....r budello di su mà,
Ora mi 'eto,sperando di non averti fatto du palle,come quelle che fuoriescano dai costumi lenti di lanina dei miei coetanei quando si chinano sur mare.
Se c'è da rifà ir 68 io ci sono e stai tranquillo la prima linea,anche se in carrozzina e la bombola dell'ossigeno,sarà la mia, forse,ultima prenotazione,del resto ooo ho visto il livorno in serie A o visto ir pisa fallì,ho trombato le phie che volevo :lol: :lol: :lol: ,ho girato il mondo con la mi moglie e soprattutto nella mi moglie(la seonda) ho trovato 35 anni fà la compagna ideale che mi ha fatto crescere e conoscere l'amore..RISCUSAMI lo sfogo un salutone
DOVE FINISCE LA CONOSCENZA ,INIZIA LA RELIGIONE
Fides
Messaggi: 917
Iscritto il: 02/10/2017, 23:16

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda Fides » 10/06/2018, 21:33

zuppalombarda ha scritto:Ma perchè dire: credere in qualcosa che non esiste più?????? Non esistono più l'onesta, l'altruismo, la solidarietà, il senso civico???? Chi ce lo fà credere? esistono solo gli affari, anzi gli affari sporchi, perchè quelli leciti non creano danni a nessuno, anzi, allora mandiamo tutti le nostre figlie (se sono attraenti) nelle grinfie dei potenti che ne avremo
il giusto tornaconto, mandiamo i ragazzi a spacciare ed a darsi al ricco pederasta di turno, tanto non esiste più la morale contano solo i soldi e tanti......Sono finite le ideologie?
no siamo solo in un periodo bruttissimo in un vicolo da cui non sappiamo uscire ed accettiamo come se fossimo anestetizzati qualsiasi schifezza che ci viene proposta, ma
l'uomo non è cambiato, prima o poi ci sarà un nuovo "68" ed il vento spazzerà via questo olezzo attuale.


mi sono spiegato male
avevo creduto in una classe politica che non esiste più

ateo , quello che hai scritto è quello che tante volte dio alla mi figliola ch ha 30 anni
quando si faceva lee sassaiole tra via tripoli e quelli di via bengasi
il cortile, la sera d'estate fori fino a mezzaonotte con la mi mamma che mandava mi padre a
cercarmi, la merenda dekle cinque tirata dalla finestra del 3 piano. i cestini di vimini per tirà
su la spesa, a a quei tempi cera la raccolta della spazzatura porta a porta, o meglio uscio a uscio

lo spazzino sonava la tromba e te dovevi scende di rincorsa, stavo al 3 piaano.
a gioa nei portoni di giornalini a carte, il ghinè, sempre a ruzzà con le bimbe
tacco punta e passo al volo............
ateo
Messaggi: 1544
Iscritto il: 01/03/2018, 18:29

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda ateo » 10/06/2018, 21:42

orata2 ha scritto:
zuppalombarda ha scritto:Ma perchè dire: credere in qualcosa che non esiste più?????? Non esistono più l'onesta, l'altruismo, la solidarietà, il senso civico???? Chi ce lo fà credere? esistono solo gli affari, anzi gli affari sporchi, perchè quelli leciti non creano danni a nessuno, anzi, allora mandiamo tutti le nostre figlie (se sono attraenti) nelle grinfie dei potenti che ne avremo
il giusto tornaconto, mandiamo i ragazzi a spacciare ed a darsi al ricco pederasta di turno, tanto non esiste più la morale contano solo i soldi e tanti......Sono finite le ideologie?
no siamo solo in un periodo bruttissimo in un vicolo da cui non sappiamo uscire ed accettiamo come se fossimo anestetizzati qualsiasi schifezza che ci viene proposta, ma
l'uomo non è cambiato, prima o poi ci sarà un nuovo "68" ed il vento spazzerà via questo olezzo attuale.


mi sono spiegato male
avevo creduto in una classe politica che non esiste più

ateo , quello che hai scritto è quello che tante volte dio alla mi figliola ch ha 30 anni
quando si faceva lee sassaiole tra via tripoli e quelli di via bengasi
il cortile, la sera d'estate fori fino a mezzaonotte con la mi mamma che mandava mi padre a
cercarmi, la merenda dekle cinque tirata dalla finestra del 3 piano. i cestini di vimini per tirà
su la spesa, a a quei tempi cera la raccolta della spazzatura porta a porta, o meglio uscio a uscio

lo spazzino sonava la tromba e te dovevi scende di rincorsa, stavo al 3 piaano.
a gioa nei portoni di giornalini a carte, il ghinè, sempre a ruzzà con le bimbe
tacco punta e passo al volo............

Mi hai ricordato lo spazzino con la tromba e i panierini calati per merenda e per tirà su la spesa,le sassate si facevano,noi der pontino,con quelli di venezia.
Alla mi figliola,conosciuta quando aveva 14 anni(sono in seonde nozze) non ho potuto insegnare niente,ma ora che ne ha 49 e passa,mi chiede su come vanno le cose in politica.
Le rispondo che 20 anni fa vece bene ad andare in england e le consiglio di tenè ben stretto ir passaporto british ottenuto 4 anni fà e di buttà via quello italiano.
Siamo,la nostra generazione,la mia più attempata, ARTRA ROBBA
Un saluto ed un grazie per i ricordi
DOVE FINISCE LA CONOSCENZA ,INIZIA LA RELIGIONE
zuppalombarda
Messaggi: 1585
Iscritto il: 24/08/2015, 17:07

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda zuppalombarda » 11/06/2018, 1:01

Ciao Ateo, sono del 51 anch'io e sono nato in via Calzabigi, naturalmente in casa come usava a quei tempi... Mi ricordo che mi hai detto di aver abitato in zona Fabbricotti,
se eri lì al tempo dele elementari vuol dire che andavi alle Pilo Albertelli ed allora magari s'era in classe insieme. E' vero sono nato in una famiglia non certo ricca, ma di funzionari comunali, lo era mia nonno lo è stato mio padre, io ho dirazzato e pensa te l'ironia mentre mio padre veniva "mobbizzato" in Comune perchè era repubblicano,
io che ho lavorato in banca per una vita venivo appena tollerato per essere di sinistra. Ci sono nato di sinistra, mia nonna aveva un podere in campagna con dei mezzadri,
io avrò avuto 9/10 anni, ebbene il vecchio contadino mi si rivolgeva dandomi del lei, come se fossi un padroncino, io pur piccolo me lo ricordo ancora gli dissi che ero io che
dovevo dargli del lei per rispetto, mentre lui mi doveva dare del tu come si deve ad un bambino. Mia nonna che pur adoravo era una fervente cattolica, ma non è mai riusci-
ta a farmi sottomettere, io le mie figlie le ho solo fatte battezzare, ma niente comunione ne cresima per nessuna delle due, adesso convivono entrambe,e quella che sta per
partorire, poi magari si sposerà ma rigorosamente con rito civile. Ho conosciuto anche gente veramente ricca, che era più a sinistra di me e giuro che per queste persone
provo una grande ammirazione, perchè sono di sinistra nell'animo, non per derivazione legata alle vicende terrene; del resto il CHE è l'esempio più fulgido, si è immolato
combattendo per gli ultimi, lui che era di famiglia agiatissima.
spiritual
Messaggi: 2865
Iscritto il: 07/09/2015, 12:59

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda spiritual » 11/06/2018, 2:33

qui in Marocco è mezzanotte. Mi stavo incazzando perché il wi fi va e viene e stavo per spengè la luce senza avè la possibilità d'intervenire.
Leggo i vostri scritti (Orata 2, Ateo, Zuppa) e sto bene. Come sono belli!!! Pur nella diversità sono straordinariamente simili e di uguale intensità. Quanta vita, quante speranze, quanta visione di un mondo positivo c'è in quello che scrivete!
Ateo dice "artra robba". E' quello che penso anch'io, ma qualche giovane che ci leggerà penserà che "erano artri tempi, che in fin dei conti ci troviamo a dialogare tra noi, gli ultimi superstiti di un ideale che non esiste più, di una società che è diversa in tutto. E purtroppo avrà ragione, questo è il problema.
Dice Zuppa: ma perché sono cambiati i principi? Cambiano certi aspetti, ma la sostanza del vivere in società resta la stessa. Non ci sono più le donnine in estate con la seggiola davanti alla porta a chiacchierare, ma certi valori, la sostanza dei rapporti tra le persone non può cambiare. E hai ragione, Zuppa. Anch'io razionalmente ribadisco quello che dici.
Ma ti chiedo (e mi chiedo) dico che è vero, ma dentro di me non ne sono convinto? Come viene detto da Ateo, senti parlare tra loro tanti giovani, vedi i loro comportamenti, interessi, e pensi che hanno una visione dei principi del vivere diversa da quella nostra. I nostri figli, nipoti (e guai a chi ce li tocca!) in senso generale, ovviamente, hanno avuto molto, molto di più di quanto abbiamo avuto noi e forzatamente, anche se sono bravi, buoni e hanno tutte le migliori qualità del mondo, la loro visione è più individualistica, più egoistica, più superficiale della nostra. Sempre parlando in generale, hanno sofferto di meno, ma anche questo ai loro occhi può non essere vero. Io, figlio di operaio, avevo il giusto (sono stato figlio unico fino a 15 anni), ma mi accontentavo. sapevo che non potevo avere di più e neanche lo desideravo, vedendo i sacrifici che venivano fatti in casa. Ma non per questo mi sentivo inferiore a chi aveva le scarpe diverse o qualche giocattolo costoso. Valutavo le persone per quello che erano, non per quello che avevano o che sfoggiavano. Anzi, un ci facevano neanche troppa figura a fare i signorini, perché venivano trattati da pottine. E dentro di me mi sentivo forte e convinto di come ero. Ora è tutto diverso. Questi ragazzi hanno un'insicurezza di fondo che mascherano benissimo (il più delle volte), ma che si manifesta nel timore di apparire diversi, di essere una pecora che è fuori dal gregge. Una pecora considerata tale. Tutto il contrario di noi che denunciavamo il sistema e proponevamo un altro modo di essere. Infatti il 68, pur con tutte le contraddizioni, ha rivoluzionato il modo di essere fino a quel momento. Dicevo che questi ragazzi così insicuri se oggi non hanno quello che hanno la gran parte del gregge, soffrono, s'incazzano, vanno contro tutti e tutto, senza un discernimento di quale sia la causa, senza la ricerca di un obiettivo che non sia quello di ottenere ciò che manca.
Finisco qui (ma avrei in mente materia da scrivere pagine intere) perché se mi va via il wi fi prima di fare invio m'incazzo come una belva.
PS a sassate si faceva anche in Piazza mazzini, soprattutto negli anni che facevano i lavori. Sembravano trincee per strada e noi del Borgo ci s'aveva con quelli del Venezia (il grande nemico), ma anche con quelli di San Iacopo. Il Borgo cappuccini, mitico gozzo. L'unico motivo per cui tutt'oggi amo i colori bianconeri, odiando la Iuventus.
Fides
Messaggi: 917
Iscritto il: 02/10/2017, 23:16

Re: Di Maio: chi è costui?

Messaggioda Fides » 11/06/2018, 13:07

x spirit
dhe lo potevi di che andavi in marocco
è due anni che cerco di comprà du paia di baoboche originali
perchè su internet e un le trovo

Torna a “Off topic”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti